Udc e Ncd sfiduciano Renato Accorinti

palazzo zancaCon un mese di ritardo all’ultimo annuncio, l’Udc ha depositato la mozione di sfiducia nei confronti dell’amministrazione comunale.  In una conferenza stampa tenutasi lo 24 maggio il partito rappresentato in Consiglio comunale da Mario Rizzo, annunciò  insieme al gruppo Ncd di voler mandare a casa il sindaco Accorinti entro giugno.

In quell’occasione, i componenti di Area Popolare chiesero  espressamente la convocazione di una seduta straordinaria del civico consesso per discutere le dimissioni dell’intera giunta Accorinti e dello stesso Consiglio. Tante le motivazioni alla base della decisione, che venne appoggiata anche dal consigliere Nicola Cucinotta. Dalla telenovela legata al bilancio 2015, al mancato avvio del piano di riequilibrio fino ai vari incidenti istituzionali di cui si è resa protagonista la giunta.

Oggi Udc e Ncd hanno formalizzato il tutto presentando il documento al presidente del Consiglio comunale Emilia Barrile e al segretario generale di Palazzo Zanca Antonio Le Donne.  In tale documento sono espresse le motivazioni politiche che stanno alla base della determinazione a cui si è giunti per proporre una anticipata interruzione di questa esperienza politica ed amministrativa.

 

 

(311)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *