Trasporto pubblico. Gioveni e Cacciotto: “Che fine ha fatto la linea 39?”

autobusLe lezioni del nuovo anno scolastico sono già iniziate in alcune scuole cittadine, inizieranno a breve in tutte le altre. Il trasporto, tra meno di una settimana, diventerà fondamentale per migliaia di persone: genitori e studenti che si ritroveranno a dovere affrontare il tragitto da casa a scuola.

I mezzi pubblici diventeranno indispensabili per tutti quelli che, e sono tanti, non possono, o non vogliono, contare su un mezzo proprio.

Proprio per questo Libero Gioveni, consigliere comunale Udc, e Alessandro Cacciotto, consigliere della terza circoscrizione, scrivono ai dirigente generale Atm, Giovanni Foti, ed all’assessore alla Mobilità, Gaetano Cacciola, per chiedere che fine ha fatto la linea 39, quella che collega la città a Camaro San Paolo e Messina Due.

“Da circa 1 mese ormai – scrivono Gioveni e Cacciotto -, secondo quanto lamentato da parecchi residenti del popoloso villaggio di Camaro S. Paolo e della zona residenziale di Messina Due, non viene più garantita con continuità da codesta azienda trasporti la preziosissima linea 39 che, in vista anche dell’ormai imminente ripresa delle lezioni in tutte le scuole già dal prossimo lunedì, non può non essere assicurata con regolarità a garanzia del diritto alla mobilità urbana da e per il centro città”.

“Infatti – continuano -, mentre finora a lamentare il disservizio sono stati per lo più anziani e massaie (che spesso sono costretti a salire a piedi il lungo percorso in salita del viale Europa o ad attraversare il pericoloso viale della Marina Russa dopo essersi serviti della contigua e parallela linea 38 che giunge fino a Camaro Superiore), fra qualche giorno al coro delle proteste si uniranno certamente i numerosissimi studenti delle due zone unitamente ai loro rispettivi genitori”.

I due Consiglieri non riescono a comprendere “la vera motivazione di questo disservizio visto che, secondo gli ultimi dati che codesta azienda ha fornito sul parco mezzi (che sembra essere anche visivamente più ampio rispetto al passato), non avrebbe dovuto affatto generarlo”.

E visto che i mezzi ci dovrebbero essere, Gioveni e Cacciotto chiedono ai destinatari della missiva, Foti e Cacciola, “di attivarsi per assicurare con regolarità la presenza della linea 39 dell’Atm, al fine di poter nuovamente garantire il prezioso e necessario servizio di trasporto pubblico nelle popolose zone di Camaro S. Paolo e Messina Due”.

(174)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *