Tao Film Fest, scadenza contratto organizzatori. Interrogazione di Adamo

Tao film tiziana rocca con accorinti e romanoC’è qualcosa di nuovo nell’aria, o meglio, ci sarebbe. E’ qualcosa che potrebbe dare a Messina un ruolo di maggiore partecipazione alla kermesse più importante dell’isola: il Taormina Film Festival.

Un evento al quale di diritto la nostra città dovrebbe intervenire, e dal quale dovrebbe ricevere maggiori onori ( le radici della manifestazione sono messinesi), invece della ‘mollichina’ che gli organizzatori le riservano.

Il qualcosa di nuovo è rappresentato proprio dal possibile cambio degli organizzatori. Sin qui, da 4 anni, è stata la Agnus Dei di Tiziana Rocca a gestire il Tao Film Festival, dal 2012, passando pure per un rinnovo biennale della convenzione nel 2014.

Siamo nel 2016, accordo scaduto e, dunque, possibilità di affidare ad una società più aperta a rapportarsi con Messina la nuova organizzazione della importante kermesse.

Per questo motivo, il consigliere comunale Piero Adamo ha presentato un’ interrogazione al sindaco Accorinti ( che riveste anche la carica di sindaco della città metropolitana) e all’assessore alla Cultura ed Identità, Daniela Ursino.

Ecco cosa scrive Adamo:

“Premesso che dal 2012, in ragione di una convenzione stipulata dal “Comitato Taormina Arte”, l’organizzazione del “Taormina Film Fest” è affidata all’associazione “Agnus Dei” di Tiziana Rocca;
che la predetta convenzione è stata già rinnovata fra le parti una prima volta in data 12.12.2014 per l’organizzazione delle rassegne relative agli anni 2015 e 2016 ed oggi, pertanto, risulta nuovamente scaduta;
che il Comitato Taormina Arte – costituito dal Sindaco di Messina, dal Sindaco di Taormina e dal Presidente della Provincia Regionale di Messina – a seguito della riforma con la quale sono state costituite le Città Metropolitane affida un ruolo ancora più centrale al Sindaco Metropolitano di Messina, determinante nella scelta del soggetto organizzatore nonché nell’indirizzo politico complessivo della questione in oggetto;
che nel tempo il ruolo della Città di Messina – e con esso l’immagine della nostra Città – si è affievolito al punto che la Rassegna “transita” soltanto di passaggio a Messina, che gli ospiti principali non trascorrono neanche qualche ora nella Città dello Stretto e che nello stesso sito ufficiale della Rassegna la presenza degli Enti Locali è certamente marginale;
che, viceversa, l’importante kermesse rappresenta uno strategico strumento di promozione del nostro territorio e di recupero delle radici della nostra storia recente.
Tutto ciò premesso, il sottoscritto Consigliere Comunale chiede di
rendere nota alla Città – mediante il riscontro alla presente interrogazione – la posizione politica del Sindaco (anche metropolitano) circa le modalità ed i tempi con cui verrà individuato il nuovo soggetto organizzatore;
elaborare una strategia forte e chiara per ridare, nel rispetto del ruolo della Città di Taormina, centralità e dignità a Messina promuovendo al meglio il nostro territorio e recuperando le radici dell’importante evento culturale.”

(72)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *