“Statuto speciale Regione Sicilia: un’occasione sprecata”. L’incontro di CittadinanzAttiva

statuto conferenza“Lo Statuto Speciale per la Regione Siciliana: una conquista sprecata” questo il tema dell’incontro organizzato da CittadinanzAttiva nel salone degli specchi di Palazzo dei Leoni.

A moderare l’evento, Antonio Gaudioso, Segretario nazionale di CittadinanzAttiva: «Il tema dello statuto disatteso è interessante – ha detto Gaudioso – perché si collega a quello sugli istituti di partecipazione dei cittadini. Crediamo che sia fondamentale dare piena attuazione agli spazi di partecipazione e crearne di nuovi, perché sono strumenti decisivi sia per promuovere la trasparenza sia per costruire un rapporto di fiducia tra cittadini e istituzioni che attualmente è abbondantemente compromesso».

Andrea Cucinotta, Vice-Presidente regionale di CittadinazAttiva, ha voluto sottolineare che «oggi la politica è fortemente pervasa dal qualunquismo, come se i cittadini fossero solo soggetti da disinformare».

Il compito di svolgere la relazione base del convegno sul tema “Lo Statuto tradito: da Restivo a Crocetta” è stato affidato a Giuseppe Pracanica, che ha ricordato come «da Franco Restivo a Rosario Crocetta nessuno è riuscito a rappresentare, a Roma, la regione siciliana».

Il tema centrale del mancato rispetto dello Statuto ha avuto, negli altri interventi che si sono succeduti, ben precisi approfondimenti. Appassionato e partecipato l’intervento di Giovanni Frazzica che ha voluto dedicare ampio spazio alla Sanità regionale, la cui gestione ha giudicato — condividendo il comune sentire della dirigenza regionale di CittadinanzAttiva — «inadeguata, specie per quanto riguarda l’invalidità civile e gli ammalati di cancro».

Infine ha ricordato la vicenda del mancato completamento del Polo Oncologico di Eccellenza dell’Ospedale Papardo, «un sito — ha detto — per cui la Regione ha già speso oltre 45 milioni di euro e che rischia, ad un soffio dal traguardo, di rimanere una nuova gravissima incompiuta». Solidale Giuseppe Greco, Segretario regionale dell’Associazione, che ha sottolineato come l’autonomia siciliana dovrebbe rappresentare virtuosamente l’armonia delle diverse parti politiche per il raggiungimento di obiettivi comuni, come ad esempio il recupero delle aree dismesse.

Sono intervenuti al dibattito anche i parlamentari del M5S, Valentina Zafarana e Giancarlo Cancelleri, e il consigliere comunale del Pd di Milazzo, Franco Scicolone.

Concludendo l’intensa giornata di lavoro il Segretario nazionale Gaudioso ha voluto mostrare, ancora una volta, lo spirito con il quale CittadinanzAttiva ha affrontato temi così importanti sintetizzandoli in uno slogan: “una protesta, una proposta”.

(32)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *