Rifiuti Messina. In arrivo 15 milioni per rafforzare l’impianto di Pace

Sono in arrivo 15milioni di euro dalla Regione per la realizzazione di nuove infrastrutture di smaltimento dei rifiuti all’impianto di Pace di Messina: ad annunciarlo è stato il Sindaco De Luca.

L’impegno della regione in questo progetto è stato confermato dal consulente del Presidente della Regione, ingegnere Giuseppe Pollicino, che ha garantito le somme necessarie per la realizzazione dell’impianto complesso di Pace, ma non solo.

«L’impianto complesso di Pace – si legge nel post che il Primo Cittadino ha pubblicato sulla sua pagina Facebook – prevederà la realizzazione di un impianto di TMB (Trattamento Meccanico-Biologico) e per lo smaltimento degli RSU. La procedura è stata riattivata anche grazie alla puntuale presenza dell’Amministrazione comunale alle conferenze di servizio indette dalla Regione, che hanno finalmente sbloccato questo importante progetto.

È stato confermato – continua De Luca – anche l’impianto per il compostaggio anaerobico di dimensioni medio/grandi, per il quale è stato individuato un sito in località Mili. Per tale sito è stato già chiesto agli Uffici di verificare l’assenza di eventuali vincoli d’area, dopo di che si procederà alla progettazione esecutiva che dovrà perfezionarsi entro la metà del prossimo mese di dicembre».

Non finisce qui: un altro importante tema affrontato è quello dell’ex Sanderson: «Il Consulente del Presidente Pollicino – spiega il Sindaco – ha preso atto dei contenuti dell’art. 61 della Legge di Stabilità del 2018 con il quale io stesso, nella mia qualità di Consigliere Regionale all’epoca dei fatti, avevo ottenuto che tale area doveva essere ceduta dall’ESA (cui appartiene attualmente) al Comune di Messina. Adesso si passerà ai fatti. Nel corso della riunione è stato chiesto anche il finanziamento della bonifica dell’area nell’ottica della sua utilizzazione, anche parziale, come sito di trattamento del rifiuti».

(121)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *