Ricorsi elettorali in dirittura d’arrivo, il piddino Loris Foti tra i “registi” delle opposizioni

UrneLa certezza sarà data soltanto con il deposito degli atti al Tar di Catania. E c’è tempo sino a sabato prossimo. Ma intanto non si parla d’altro in città e nelle segreterie politiche. I possibili ricorsi elettorali contro la vittoria al ballottaggio di Renato Accorinti, o meglio contro la mancata vittoria al primo turno Felice Calabrò, sono sulla bocca di molti. Oltre ai ricorsi dei candidati al Consiglio comunale che non ce l’hanno fatta per una manciata di voti l’attenzione è concentrata in queste ore sulla sindacatura. Pare che un ricorso, ma fino a questa mattina non era ancora stato depositato, stia per essere consegnato, probabilmente domani ai giudici del Tar. Opposizione che sarebbe curata dall’avvocato Giovanni Marchese (che abbiamo cercato di contattare) e che vedrebbe la firma di candidati al Consiglio comunale e di Quartiere, di area centrosinistra, che con un provvedimento favorevole al Tar per Calabrò potrebbero trovare nuovi spazi politici e amministrativi. Indiscrezioni dicono che uno dei “registi” di questo primo ricorso sia l’ex consigliere comunale e sindacalista vicino alla Cisl Loris Foti. Il ricorso chiederebbe ai giudici amministrativi di controllare le sezioni del primo turno, si parla di un centinaio di seggi, con particolare attenzione alla zona sud, dove Calabrò avrebbe ottenuto più dei 59 voti mancanti all’elezione al primo turno. La questione è tutta in evoluzione e di ora in ora potrebbero esserci novità. @Acaffo

(43)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *