Riconoscimento Unesco. Sponde unite, Giunta e Consiglio separati

emilia-barrile per nuovoSe da un lato la manifestazione che si svolgerà domani sul traghetto “Messina” servirà per unire ancor di più le due sponde dello Stretto, dall’altro aumenterà la frattura tra Giunta e Consiglio Comunale. L’organo rappresentato dalla presidente Emilia Barrile non parteciperà infatti alla giornata che sancirà una sinergia tra le amministrazioni di Messina, Reggio Calabria e Villa San Giovanni per un futuro riconoscimento dello Stretto come Patrimonio dell’Umanità.

Se non si tratta di un incidente diplomatico poco ci manca. Emilia Barrile critica il modus operandi dell’amministrazione comunale che a suo dire avrebbe snobbato il Consiglio nelle fasi organizzative dell’evento. “Non siamo stati neanche invitati alla conferenza stampa di ieri – spiega Barrile – segno evidente della mancata volontà della Giunta di condividere tale attività con l’organo che presiedo”.

Il mancato invito alla conferenza stampa, è solo un tassello che si aggiunge a una storia che è iniziata lo scorso 10 marzo, data in cui l’assessore alla Cultura Antonio Perna ha trasmesso alla presidente Barrile l’invito per partecipare all’iniziativa. Fin qui sembrerebbe tutto normale, ma il numero uno del Consiglio Comunale precisa: “Abbiamo ricevuto una lettera contenente già il programma dell’intera giornata, in cui si sottolinea la firma di una convenzione tra i comuni dell’area dello Stretto. Accordo che ci vede coinvolti in prima persona insieme ai colleghi di Reggio Calabria e Villa San Giovanni. Peccato che non abbiamo mai avuto un confronto ufficiale  in merito, non sappiamo cosa verrà firmato domani nonostante lo scorso 10 aprile  abbiamo chiesto all’assessore Perna di ricevere copia degli atti”.

Secondo Emilia Barrile, l’occasione per sanare la frattura evitando inevitabili imbarazzi già nella giornata di domani, l’avrebbe avuta lo stesso sindaco Accorinti. “Prima delle festività pasquali – precisa Barrile – Accorinti è stato invitato in Consiglio a relazionare sul tema della continuità territoriale. Quale migliore occasione per renderci partecipi dell’evento previsto domani. Dal primo cittadino invece non è trapelato nulla poiché ha rinviato il suo intervento al 21 aprile, a manifestazione già avvenuta. Lo stesso dicasi per l’assessore Perna che nelle ultime settimane è stato varie volte presente in commissione cultura”.

Andrea Castorina

(261)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *