Referendum. A Messina ha stravinto il “SI'”

trivelleE’ stato completato lo scrutinio delle 254 sezioni del territorio comunale. A Messina, pur nella scarsa adesione al voto ( ha votato solo il 24,4% degli aventi diritto), sono stati 41.740 i “SI” pari al 91.37 per cento, mentre 3.941 sono stati i “NO” pari all’ 8.63 per cento.
L’appuntamento referendario con la denominazione “Divieto di attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi in zone di mare entro dodici miglia marine. Esenzione da tale divieto per i titoli abilitativi già rilasciati. Abrogazione della previsione che tali titoli hanno la durata della vita utile del giacimento” ha posto il seguente quesito: «Volete voi che sia abrogato l’art. 6, comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, “Norme in materia ambientale”, come sostituito dal comma 239 dell’art. 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2016)”, limitatamente alle seguenti parole: “per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale?”».

(1932)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *