Quartieri: “spaccature” ufficiali nel centrosinistra, Reset e Accorinti presentano le liste

urna3Il centrosinistra si presenta “spaccato” per le candidature alle presidenze nei sei Quartieri. Reset, in tutti i sei Quartieri, e Cambiamo Messina dal Basso in quattro più l’appoggio a Quero e Russo a IV e V completano le novità di giornata. Al I Enzo Messina, consigliere comunale dell’Udc è il candidato della coalizione con i Dr che masticano amaro per il consigliere comunale uscente Nino Restuccia. Gli altri candidati sono Gaetano Pasqua del Pdl, Fortunato Stracuzzi di Reset e Carmelo Restuccia per Cambiamo Messina dal Basso. Al II il centrosinistra si compatta su Nuccio Zullo del Pd (vicino al candidato sindaco Felice Calabrò e organizzatore della manifestazione Bicincittà), l’ex Udc Giovanni Di Blasi è il candidato del Pdl, Claudia Genitore si presenta con Reset e Tonino Cafeo con Renato Accorinti. Al III Quartiere il Pdl ha “investito” su Mimmo D’Arrigo, Lino Cucè, a sorpresa, è il candidato del centrosinistra, Massimo Minutoli, dell’Udc, va con una lista autonoma, Antonio Agrillo per Reset e Salvatore Rampulla per Cambiamo Messina dal Basso. Al IV il Renziano Francesco Palano Quero si presenta con la lista Adesso Messina insieme ai fedelissimi di Accorinti. Il centrosinistra punta a Dario Pulitanò dell’Udc, Roberto Nicolosi è il candidato del Pdl e Marco Caselli per Reset. Al V l’altro Renziano, Alessandro Russo, è candidato presidente di Adesso Messina, insieme a Cambiamo Messina dal Basso, ci sono anche Santino Morabito per il centrosinistra, Ferdinando Croce per il Pdl e Massimo Cerrito per Reset. Al VI il centrosinistra ha presentato Orazio Laganà dei Dr, il Megafono ha risposto con Nino Scimone, consigliere provincia uscente, Pinella Mantarro è per il Pdl, Giovanni La Rosa per Reset, Andrea Brancato per Cambiamo Messina dal Basso e Santi Arria per Servizio Pubblico Peloro. 

(37)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *