Precari, l’amministrazione non cambia rotta e i sindacati si dividono

15219603_1283061245071165_1644931494495061966_nSulla stabilizzazione dei precari l’amministrazione andrà avanti per la propria strada mentre il fronte sindacale si spacca.

Questo l’esito dell’ultimo vertice che si è tenuto nel pomeriggio a Palazzo Zanca, con  il sindaco, Accorinti, e la Giunta spiegano quali saranno i prossimi passi:  “A seguito dell’incontro con tutte le rappresentanze sindacali, ed in considerazione dell’evoluzione del processo di stabilizzazione già avviato nel dicembre del 2015 con le categorie A e B, l’Amministrazione comunale ha assunto la decisione di proseguire nel percorso già intrapreso, ricontrattualizzando le categorie A e B da 16 a 21 ore a partire del 29 dicembre 2016 e avviare la procedura di stabilizzazione di tutto il personale delle categorie C e D pari a 196 unità. Durante l’incontro è stato condiviso l’impegno comune della parte politica e delle parti sociali a recuperare tutte le risorse assunzionali che si renderanno via via disponibili per poter raggiungere l’obiettivo di stabilizzare tutto il personale. Già da domani saranno avviate le procedure del bando, che sarà aperto alla partecipazione di tutto il personale precario e vedrà disponibili dal 29 dicembre 2016 sessantasette posti a tempo indeterminato che trovano copertura finanziaria nelle risorse  del turn-over del 2012 e 2013. Le ulteriori risorse finanziarie che si renderanno disponibili, consentiranno lo scorrimento della graduatoria”.

Tra i sindacati ci sono da registrare reazioni diametralmente opposte, con l’Fp Cgil soddisfatta dell’esito dell’incontro: “Positivo incontro tra la Giunta Accorinti e le OO.SS. per decidere in merito alla stabilizzazione dei precari. La Giunta presieduta dal Sindaco Renato Accorinti ha voluto ascoltare le posizioni dei rappresentanti dei lavoraotri considerato che la proposta della stabilizzazione a 11 ore non è condivisa dalla maggioranza dei lavoratori .il Vice Sindaco Cacciola ha rappresentato la posizione dell’Amministrazione la quale è ferma a chiudere la vergognosa pagine del precariato ma nello stesso tempo si rende conto che l’assunzione non può avvenire a 11 ore settimanali. L’Assessore Cacciola e lo stesso  Ragioniere Generale del Comune Antonio Cama hanno dichiarato a chiare lette che non possono assumere alcun impegno in merito ad una immediata ricontrattualizzazione  per il 2017 , per il personale assunto a 11 ore .Mentre si proverà a garantire l’elevazione oraria per il personale A e B  assunto a 16 ore” .

Dall’altra parte  Cisl Fp e CSA parlano di fumata nera:   “Se non si procede alla pubblicazione dei bandi – affermano il segretario della Cisl Fp Calogero Emanuele e del Csa Pietro Fotia – verranno vanificate le aspettative di tutti i 300 lavoratori, stabilizzati e stabilizzandi, che da oltre 25 anni sono a servizio di questo Ente e oggi perdono ogni speranza di poter avere un contratto a tempo indeterminato. La Giunta Accorinti – continuano – non può tornare indietro rispetto agli impegni assunti anche con deliberazioni di Giunta Comunale che prevedono una ricontrattualizzazione delle 89 unità stabilizzate da 16 a 21 ore e dei 49 vigili urbani a tempo determinato da 18 e 24 ore a 32 ore settimanali”.

(362)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *