Post anti-G7 e crisi rifiuti, cinque consiglieri chiedono la testa di Ialacqua

IalacquaE’ polemica sul post scritto dall’assessore all’Ambiente, Daniele Ialacqua, che attraverso il proprio profilo facebook ha promosso la manifestazione anti-G7, che si svolgerà domani pomeriggio a Giardini Naxos. Un’uscita ritenuta da molti fuori luogo, soprattutto in virtù del ruolo istituzionale ricoperto da Ialacqua.

Tra questi ci sono i consiglieri Daniela Faranda, Nicola Crisafi, Daniele Zuccarello, Nicola Cucinotta e Donatella Sindoni, che attraverso un documento ufficiale inviato al sindaco, Renato Accorinti, hanno chiesto l’allontanamento di Ialacqua: “Nella misura in cui, Daniele Ialacqua,non rappresenta solo se stesso ma l’intera città di Messina, di cui è assessore, riteniamo inconcepibile l’atteggiamento da attivista oltranzista, a cui ci ha abituati con svariate uscite inopportune in questi anni e che non cessa di portare avanti nonostante l’incarico istituzionale. Abbiamo massimo rispetto per le idee di ciascuno e per il sacrosanto diritto di esprimerle, laddove non ledano gli altri, ma dal momento in cui si vestono i panni istituzionale, diventa obbligatorio, nel rispetto della collettività eterogenea che si rappresenta, mettere da parte le proprie battaglie personali”.

Inevitabile, infine, al riferimento alla crisi dei rifiuti che sta vivendo la città, per questo i consiglieri chiedono che venga fatta una seduta affinchè Ialacqua si confronti con l’Aula: “In virtù di tutto ciò, che costituisce un “casus belli” gravissimo e della manifesta gestione del ramo di sua competenza, della  quale abbiamo avuto modo di toccare con mano gli effetti in questi anni, chiediamo al sindaco di assumersi la responsabilità di sollevare dall’incarico l’assessore all’Ambiente. Pertanto, chiediamo con un urgenza  che il sindaco, Accorinti, e l’assessore, Ialacqua, riferiscano con la massima urgenza in aula non sottraendosi ad un solo democratico confronto pubblico”.

(91)

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *