Piano di riequilibrio. Versaci (Dr): “Abbiamo votato sì per il bene di Messina, ma vigileremo”

comune“Determinanti con i nostri voti per l’approvazione del piano di riequilibrio. Da domani verificheremo la corretta esecuzione della strategia messa in campo dall’Amministrazione per dare a Messina un’ultima speranza”, così il coordinatore dei Dr messinesi, Salvo Versaci.

“Abbiamo preso atto – ha evidenziato Versaci – che le richieste di chiarimento sul piano di riequilibrio, da noi formulate, sono state formalmente accolte con il deposito dei pareri dei Revisori dei conti e, conseguentemente, attraverso la ridefinizione, da parte dell’Amministrazione, degli aspetti critici evidenziati in questi giorni dopo una più attenta lettura dei piani di servizio Atm ed Amam. Sulla scorta di tale accoglimento – ha proseguito il coordinatore dei Dr – possiamo affermare di avere la coscienza tranquilla avendo votato il piano di riequilibrio pluriennale favorevolmente ed in maniera determinante, solo per il bene della nostra città”.

Versaci spiega: “Ricordiamo quindi che, pur persistendo molteplici perplessità (che abbiamo peraltro sempre manifestato) prendiamo atto dei pareri positivi resi dai Revisori dei conti alla luce, soprattutto, degli atti sottoscritti dai dirigenti dei dipartimenti comunali e siamo certi che ognuno, essendosi assunto oggi le proprie responsabilità, domani non potrà tirarsi indietro nelle sedi competenti e specialmente davanti ad una città che ha atteso questo voto ritenendolo la panacea di tutti i mali”.

“Nessuna compiacenza – chiarisce il coordinatore – è arrivata dai Dr, la scelta del Gruppo è stata dettata solamente da una necessità: non negare una possibilità, probabilmente l’ultima, alla città di Messina, anche se frutto di un collage amministrativo, i cui reali effetti si vedranno nei prossimi mesi”.

L’approvazione del piano di riequilibrio non costituisce quindi per i Democratici riformisti un punto d’arrivo ma un punto di partenza: “Da domani vigileremo – ha concluso Versaci – affinché i conti economici ed i bilanci di previsione possano divenire atti concreti”.

(93)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *