“Oggi il Previsionale sarà in Giunta”, così Cuzzola risponde a Barrile

L'assessore al Bilancio Vincenzo Cuzzola

L’assessore al Bilancio Vincenzo Cuzzola

“Questa sera il Previsionale 2017 arriverà in Giunta, abbiamo lavorato tanto e siamo poco al raggiungimento del primo step”. Così l’assessore al Bilancio, Enzo Cuzzola, risponde alla nota inviata ieri all’amministrazione dalla presidente del Consiglio Comunale Emilia Barrile.

Quest’ultima, giustamente, non ha nascosto la propria preoccupazione per la prolungata assenza (per motivi di salute) dell’assessore, visto che il Comune si trova ancora senza bilancio previsionale.

Il tempo stringe, la scadenza del 30 giugno imposta dal ministero è dietro l’angolo, così la Barrile ha chiesto al sindaco se in questi giorni, l’apparato finanziario di Palazzo Zanca sia rimasto fermo al palo: “In riferimento alle conosciute e sempre più complesse problematiche inerenti la politica finanziaria di quest’Amministrazione e le conseguenti negative ricadute sulla città, si chiede, con assoluta e giustificata urgenza, se siano stati predisposti i Bilanci Consuntivo e Previsionale che il Consiglio Comunale attende da tempo per il corretto approfondimento, la relativa discussione in Aula e la sua eventuale approvazione. Si chiede, altresì, che la delega al Bilancio sia assegnata, in questo momento di obbligata vacatio a causa della temporanea assenza dell’Assessore Cuzzola, ad altro assessore che possa, per propria idoneità ed esperienza, essere motore propulsivo in un ambito attualmente diretto dal sig. SGDG che, pur operando con spirito di servizio, è oberato da molteplici incarichi di indubbio peso e responsabilità”.

Cuzzola però rassicura:Un rallentamento è stato fisiologico. Abbiamo cercato di far marciare bilancio e Piano di Riequilibrio su due binari paralleli ma non incrociati, una chiara rottura con il passato che ha richiesto del tempo”.

Circa una sua temporanea o definitiva sostituzione Cuzzola aggiunge: “Io sono ospite di questa grande città e di questo importante Comune, fino a quando mi diranno che Messina avrà bisogno di me io ci sono altrimenti non avrò problemi a farmi da parte. Queste stesse parole le ho dette al sindaco, Renato Accorinti, una settimana fa quando lo avvertii sulle mie condizioni di salute. Accorinti mi ha rassicurato, inoltre la presenza in Giunta di una figura come Guido Signorino rende le cose più semplici, vista la sua conoscenza in materia”.

Antonio Macauda

(197)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *