Nuovo centro accoglienza migranti a Messina? Gullo (FI) ne teme l’impatto sociale ed economico

gullo maria tindara nuovoL’onorevole Mariella Gullo ( Forza Italia) componente della commissione parlamentare Affari sociali, ha presentato oggi una interrogazione parlamentare a risposta scritta, indirizzata al ministro dell’Interno, Angelino Alfano, sull’apertura di un nuovo centro di accoglienza per migranti nella città di Messina. Mariella Gullo, attraverso l’atto parlamentare, intende sapere se rispondono al vero le notizie riguardanti la creazione di un cosiddetto Hotspot da realizzarsi presso l’ex caserma militare “Gasparro”, a Messina. “Recentemente – scrive la parlamentare di Forza Italia – il sito istituzionale di Invitalia, nella sezione stampa, ha pubblicato la notizia che Messina ed Augusta ospiteranno due nuovi centri di accoglienza per migranti che saranno realizzati attraverso interventi inseriti nell’ambito della Convenzione tra Invitalia e il Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e l’immigrazione”. La Invitalia, inoltre, a fine febbraio ha bandito una gara d’appalto per le attività di rilievo e progettazione esecutiva relative all’adeguamento strutturale e funzionale del sistema di immobili all’interno della “Caserma Gasparro” a Messina. Ciò confermerebbe l’intenzione del Ministero di creare un imponente centro di accoglienza, la cui realizzazione avrà inevitabili ripercussioni nei confronti degli imprenditori che operano nel settore del turismo, considerato che il numero degli sbarchi aumenterà notevolmente, laddove ormeggiano le navi di crociera. “Fermo restando che sono convinta si debba dare assistenza ed accoglienza ai migranti – aggiunge l’on. Mariella Gullo – ho chiesto al ministro Angelino Alfano di individuare soluzioni alternative per evitare che si possa realizzare in centro città un nuovo ‘Cara di Mineo’, dal momento che ciò avere un forte impatto sociale ed economico per la città di Messina”.

(301)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *