Non c’è il rinnovo per l’utilizzo delle discariche, i camion di Messinambiente tornano indietro. Adesso è crisi

rifiutiAdesso la crisi dei rifiuti è davvero dietro l’angolo. Hanno dovuto fare dietrofront, i camion di Messinambiente che puntualmente si erano recati alla discarica di Grotte San Giorgio per consegnare la spazzatura proveniente da Messina.

Ed invece nulla. I mezzi, una volta arrivati davanti l’ingresso della discarica, hanno dovuto fare i conti con lo stop della Polizia, prima di battere in ritirata dopo qualche ora d’inutile attesa. Il motivo? La Regione non ha rinnovato l’ordinanza semestrale con cui viene autorizzato l’utilizzo delle discariche in tutta la Sicilia. Si tratta di un atto prodotto dalla presidenza della Regione, che indirizza le società comunali verso le discariche di riferimento.

La mezzanotte scorsa scattava la scadenza dell’ultima ordinanza, ma in assenza di un apposito rinnovo le discariche non hanno potuto fare altro che chiudere i battenti in attesa di nuove direttive da Palermo.

Il direttore generale di Messinambiente, Roberto Lisi usa mezze parole e attacca la Regione: “Oggi la società si ritrova con 200 tonnellate di rifiuti di cui si deve disfare, ma se il rinnovo non avverrà entro poche ore diventeranno presto 300. Mi pare del tutto evidente che le colpe non siano di Messinambiente, la Regione sapeva da mesi che il 31 maggio scadeva l’ordinanza e doveva provvedere a rinnovare per tempo”.

Lisi annuncia giorni difficili: “Usciamo da sei settimane davvero molto complicate, abbiamo i mezzi completamente occupati e non possiamo effettuare la raccolta. Se entro poche ore la Regione ci dà il via libera la situazione potrebbe rientrare nella normalità entro 15 giorni, altrimenti potrebbe anche volerci un mese. Questo vuol dire che per tutto questo tempo in diverse zone della città non si potrà effettuare la raccolta”.

Insomma si preannuncia un mese di giugno caratterizzato dalle polemiche. Nel frattempo in Consiglio comunale è venuto meno ancora una volta il numero legale per votare il contratto di servizio della Messina Servizi bene Comune.

(156)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *