Nell’uovo di Pasqua ci sarà il previsionale. Cuzzola: “Lavoriamo per evitare i tagli alla città”

L'assessore al Bilancio Vincenzo Cuzzola

L’assessore al Bilancio Vincenzo Cuzzola

Nell’uovo di Pasqua della Giunta Accorinti ci potrebbe essere il bilancio. Da due giorni il Comune di Messina è in gestione provvisoria, entro il 31 marzo si doveva approvare il bilancio Previsionale 2017 che però non ha ricevuto il via libera neanche da parte della Giunta.

Tuttavia, in soccorso potrebbe arrivare un decreto del Governo centrale che dovrebbe prorogare il termine entro al 30 giugno, dando a Palazzo Zanca la possibilità di rimettersi al passo coi tempi. Il 30 marzo scorso, il Consiglio dei Ministri ha prorogato i termini per l’approvazione dei bilanci di previsione delle Città Metropolitane e delle Province, così entro pochi giorni si dovrebbe seguire lo stesso iter anche per i Comuni.

L’assessore al Bilancio, Enzo Cuzzola, non sembra particolarmente turbato dall’entrata in vigore del regime della gestione provvisoria anche se c’è sempre il problema delle mense scolastiche da risolvere: “Adesso possiamo impegnare quei sevizi ritenuti indispensabili ed in questo momento l’unico servizio rimasto in sospeso riguarda le mense scolastiche. Insieme all’assessore Alagna avevamo raggiunto un accordo con i sindacati, affinchè nel bilancio previsionale 2017 fossero trovate quelle somme utili per far ripartire il servizio in queste ultime settimane per poi stanziare tutte le cifre nei prossimi bilanci per creare un bando triennale. Il nostro obiettivo attuale è far ripartire il servizio nel prossimo anno scolastico”.

Entro la metà del mese corrente Cuzzola annuncia importanti novità sul bilancio: “Abbiamo preso atto che 300 dei 450 milioni del Piano di Riequilibrio, sarebbero stati stanziati in qualsiasi bilancio. Stiamo lavorando affinchè non ci siano nuovi tagli, ma credo che tutto ciò sia perfettamente sostenibile e gli uffici stanno lavorando per fare in modo che la cittadinanza non debba confrontarsi con ulteriori disagi. Adesso sto avendo contezza dei numeri e sono più ottimista di prima. Entro Pasqua contiamo di votare il bilancio in Giunta”.

L’ottimismo crescente di Cuzzola però stride con quanto professato dalla Giunta nell’arco di tutti questi anni. L’assessore al Bilancio più volte ha parlato di una situazione economico-finanziaria molto meno drammatica di quanto si potesse pensare, al contrario del sindaco, Accorinti, che fin dal suo insediamento ha descritto come “disastrosa e drammatica” la condizione delle casse di Palazzo Zanca.

Appare del tutto inevitabile che sulla questione bilanci venga messo un punto definitivo, perchè non è più possibile che la città debba sentire due diverse campane provenienti dalla stessa chiesa.

(118)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *