Parcheggio sopraelevato della stazione. Gioveni: «Poco usato e poco sicuro»

Il parcheggio sopraelevato della stazione, inaugurato appena un mese fa, risulta già poco sfruttato e carente di alcune condizioni necessarie per la sicurezza. A segnalarlo è il cosigliere comunale Libero Gioveni, che ha scritto un’interrogazione agli assessorati competenti.

«Il parcheggio sopraelevato della stazione è stato realizzato con i fondi POR-FERS 2007-2013 – spiega Gioveni – e consentirà l’interscambio tra i servizi ferroviari, autobus extraurbani, oltre alle vetture private. Tuttavia questa importante area di sosta di circa 6000 metri quadrati, non solo sembra già essere sottoutilizzata per le poche autovetture che sostano, ma nei dintorni non sembra godere delle necessarie condizioni per rendere più agevole lo spostamento dei fruitori nel percorso pedonale esterno».

«Si sapeva già – chiarisce il Consigliere – dell’inesistente collegamento diretto con scale o ascensore con la sottostante stazione ferroviaria, cosi come con piazza Stazione ma che addirittura i pedoni che lasciano l’auto non possano percorrere il marciapiede per la presenza dei puntelli che sostengono il muro pericolante, o per dei tratti di mattonelle divelte o, peggio ancora, per delle auto sistematicamente parcheggiate nonostante viga il divieto di sosta, tutto ciò non credo si possa tollerare».

Gioveni si rivolge, quindi agli assessorati ai Lavori Pubblici e alla Viabilità, per chiedere «di porre in essere tutte quelle misure utili a rendere più agevole e sicuro il percorso pedonale esterno, nonché a creare le condizioni per incentivare l’utilizzo della preziosa infrastruttura».

(399)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *