Messina. Isola pedonale: rimandata ancora la discussione in Consiglio

Foto dell'isola pedonale di via dei Mille - Natale 2017Rimandata per l’ennesima volta la discussione sull’isola pedonale di via dei Mille. Un altro nulla di fatto per la seduta consiliare di ieri, 18 gennaio, nella quale – dopo due atti votati – al momento della discussione sul Piano del traffico, che prevedeva proprio la trattazione della pedonalizzazione dell’area di via dei Milleè caduto il numero legale.

Ago della bilancia il consigliere comunale Pippo Trischitta, da sempre uno dei più fermi oppositori dell’isola: «L’ennesimo atto ostruzionistico del consigliere Trischitta – scrive l’assessore alla mobilità Gaetano Cacciola – che impedisce al Consiglio Comunale di trattare l’argomento della variazione del Piano Generale Urbano del Traffico (PGTU), presupposto essenziale alla possibilità di rendere permanenti aree pedonali più ampie nel centro città. Uscendo dall’aula, il consigliere Trischitta ha deliberatamente fatto cadere il numero legale allo scopo di impedire il dibattito sull’isola pedonale. Pertanto, allo stato attuale, non ci sono le condizioni per trattare l’argomento della pedonalizzazione prima del 21 Gennaio, data ultima prima della riapertura della via dei Mille».

Il consigliere Trischitta si è difeso sostenendo che per affrontare questo argomento in aula sarebbe stata necessaria la presenza dell’assessore alla mobilità, Gaetano Cacciola, e dello stesso sindaco Accorinti, che invece erano assenti entrambi.

«Questo comportamento irresponsabile – prosegue l’assessore Cacciola – testimonia quanto il consigliere Trischitta, che ambirebbe ad essere il prossimo Sindaco di Messina, abbia a cuore l’interesse della città. ​Il punto non è essere contrari o favorevoli all’isola pedonale, ma piuttosto non consentire il dibattito democratico e impedire la discussione su un argomento tanto sentito dalla città. Forse il consigliere Trischitta non vuole palesare la sua contrarietà rispetto alla pedonalizzazione».

(95)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *