Mercati Zaera e Mandalari, Barrile: “Svalorizzati e abbandonati. Si ottimizzino interventi”

emiliabarrileRiportiamo il comunicato del Presidente del Consiglio comunale, Emilia Barrile, in merito alle difficoltà dei commercianti dei mercati “Zaera” e “Mandalari”, con particolare riferimento a quest’ultimo che, in virtù dei controlli dei vigili urbani per le auto in sosta vietata lungo il viale Giostra che ne ostruivano il passaggio, è meno frequentato:

“L’incresciosa situazione dei mercati mobili e fissi, che abbiamo più volte sottoposto alla vostra attenzione, è oggi particolarmente preoccupante per i mercati “Zaera” e “Mandalari”.

Le criticità generate dalle condizioni di insalubrità dello Zaera ed il mancato trasferimento alla sede da tempo individuata, reiterano un segnale di colpevole abbandono ed ingiustificata svalorizzazione di un settore produttivo della città. La carenza di risposte coerenti e certe, rispetto le motivazioni del non avvenuto trasferimento, denotano una lettura poco rispettosa delle istante dei cittadini commercianti.

In riferimento al “Mandatari” si desidera sottolineare che la provvisoria ubicazione, subita al tempo dai 150 commercianti e mai condivisa  per le evidenti condizioni di possibile pericolo per l’incolumità propria e dell’utenza a causa della pianta quadrata , poco consona ad un’eventuale fuga in sicurezza in situazioni di rischio, è divenuta una limitazione anche sotto il profilo economico.

La recente variazione degli assi viari, ha fatto sì che il viale Giostra divenga un’arteria importante per l’utilizzo dell’imbocco autostradale e le evidenti esigenze di ordine pubblico, hanno imposto un severo ed assolutamente condivisibile controllo della sosta veicolare anche in prossimità del mercato. Questi controlli, per, hanno ridotto drasticamente l’afflusso di clientela al “Mandalari” preoccupando, realisticamente, i commercianti, regolarmente autorizzati a svolgere la loro attività lavorativa in questo sito. A tal proposito si desiderano conoscere le azioni già poste in essere a tutela dei commercianti e l’obbligato futuro percorso necessario ad un celere spostamento del mercato medesimo nonché il luogo individuato dal Dipartimento responsabile al fine di tamponare gli effetti negativi di questo nuovo corso. Si chiedono altresì i verbali di eventuali Tavoli Tecnici realizzati con tutti gli attori interessati e con rappresentanti dei commercianti del “Mandalari”.

L’urgenza massima, che scaturisce dalle negative proiezioni dell’attività commerciale di 150 ditte individuali, detta la necessità di precise scelte correttamente condivise con i titolari regolarmente autorizzati ad operare nel mercato.

È necessario, quindi, alla luce di quanto sommariamente raffigurato, che l’amministrazione ottimizzi gli interventi e informi correttamente la città rispetto il percorso che ha delineato per ovviare le criticità che emergono sempre più preoccupanti all’interno del “Mandalari”.”

(98)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *