Mense scolastiche, Ialacqua: “Chiuderemo la partita questa settimana”

ialacqua“La nostra volontà politica è chiara, entro questa settimana sbloccheremo questa situazione anche grazie all’aiuto del nuovo assessore al Bilancio”. Lo dice l’assessore all’ambiente, Daniele Ialacqua, che questa mattina a Palazzo Zanca ha incontrato i lavoratori delle mense scolastiche, che attendono la partenza del bando.

Due giorni fa la protesta al Comune guidata dalla Filcams Cgil, in attesa di capire come mai il Ragioniere Generale, Antonino Cama, non abbia ancora firmato l’impegno di spesa necessario per far partire il servizio. Lo stesso Cama, due giorni fa ha inviato una lettera per comprendere se il milione di euro previsto nella determina del Dirigente, Salvatore De Francesco, sia interamente destinato alle mense, visto che il problema principale riguarda proprio la copertura economica.

Ieri abbiamo dato la notizia che una parte di queste somme sarebbero state destinate per il concordato di Messinambiente, ipotesi che Ialacqua smentisce:”Basterebbero 300mila euro per salvare Messinambiente saremmo a cavallo – ha commentato – purtroppo serve una cifra molto più corposa”. La presa di posizione dell’assessore però presenta qualche lacuna, perchè come si evince dal nostro articolo, queste somme si andrebbero ad aggiungere ad altri fondi prelevate da altre voci di bilancio: nessuno pensava di risolvere i problemi di Messinambiente “solo” con 300mila euro.

Tornando alla questione dei lavoratori delle mense scolastiche, dopo le rassicurazioni di due giorni fa, Ialacqua ribadisce: “Ieri in Giunta abbiamo evidenziato la volontà di coprire questo servizio che riteniamo assolutamente prioritario. Domani ci rincontreremo e ci sarà anche il Ragioniere Cama, e il neoassessore Cuzzola. Contiamo di risolvere tutto già entro questa settimana. Il servizio sarà garantito per i mesi di aprile, maggio, ottobre e novembre”.

Il segretario della Filcams Cgil, Carmelo Garufi, conferma la necessità di chiudere la partita in tempi brevi:”L’amministrazione deve trovare queste somme nel minor tempo possibile. Purtroppo entro 12 mesi dall’ultimo giorno i lavoratori saranno automaticamente licenziati dall’azienda Cot di Palermo e questo termine scadrà il 9 aprile”.

(112)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *