La Conferenza di oggi. I retroscena (VIDEO)

La Conferenza stampa di oggi, organizzata dal consigliere Trischitta sui lavori della condotta, non è sicuramente iniziata con i migliori auspici.

Proprio quando tutti i presenti erano in procinto di avviare l’incontro, infatti, è intervenuto Maurizio Rella, consigliere di Cambiamo Messina dal basso, che, stizzito, ha invitato il Presidente dell’Amam, Leonardo Termini, a non prendere parte alla Conferenza.

Il motivo riguarderebbe l’invito, ufficioso, fatto da Trischitta, il quale avrebbe avvertito ufficialmente solo un “gruppo” di dieci consiglieri. “Trischitta vuole fare intendere che sono stati invitati tutti i consiglieri, solo perché l’ha detto in modo irrituale durante una seduta di commissione in aula consiliare, senza che comunque vi fossero tutti i presenti”, ha affermato Rella.

“Io ho invitato tutti i consiglieri presenti durante la conferenza stampa di martedì – che ha avuto come oggetto “Giardino Corallo: distrutta un’altra tradizione messinese” e svoltasi nella stanza di Forza Italia -. Ho preso i nomi di tutti i partecipanti”, questa la risposta di Trischitta.

La Conferenza Stampa, una volta iniziata,  è stata subito fermata da una fugace richiesta di dimissioni avanzata in aula al Presidente dell’Amam, Termini.

Queste le dichiarazioni di Termini, in merito al suggerimento di dimissioni: “Ognuno è libero di esprimere la propria opinione. È vero tuttavia che non si può strumentalizzare un momento di particolare sensibilità per la popolazione, per affermare determinate cose senza avanzare alcuna proposta. Si è parlato di acqua, di un bene fondamentale. Pertanto, alla conferenza stampa, ho informato i suoi rappresentanti di tutte quelle operazioni effettuate dall’Amam e avvenute in assoluto concerto con l’amministrazione. Se questo deve essere un momento di passerella politica da parte di qualcuno, per strumentalizzare le problematiche cittadine, è un qualcosa che a me non interessa e da cui prendo le distanze. Ho un forte spirito di servizio verso la città. Se qualcuno ha delle reticenze, o crede io abbia agito a danno della città, che venga in Amam, o che avvii le procedure di denuncia alla Procura della Repubblica. Sono comunque assolutamente sereno per ogni azione che ho posto in essere fino ad ora in qualità di Presidente dell’Amam”.

Simone Bertuccio

(105)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *