In 15 firmano per chiedere: “Sindaco facci vedere l’eccedenza stipendio che non trattieni”

Accorinti brutto per nuovoSottoscritta da 14 firme di movimenti cittadini e una di un consigliere comunale, indirizzata al sindaco Renato Accorinti, al presidente del Consiglio Comunale Emilia Barrile, al Prefetto Stefano Trotta, arriva la richiesta di “verifica delle modalità di accantonamento del fondo costituito con la quota mensile di stipendio alla quale il Sindaco Accorinti ha scelto di rinunciare.
In poche parole, fanno come San Tommaso ” se non vedo non credo”.

Ecco la nota: “Chiediamo rispettivamente ai Sigg. Sindaco e Presidente del Consiglio Comunale della Città di Messina di fornire in dettaglio le modalità secondo le quali il Prof. Accorinti avrebbe costituito il fondo accantonando mensilmente l’eccedenza rispetto allo stipendio percepito quando era Professore.
Nel dettaglio, ricordando che si tratta di soldi pubblici, chiediamo per motivi di trasparenza di sapere:
1. quale sia l’atto amministrativo con il quale il Sindaco ha formalizzato la costituzione del fondo;

2. a quanto ammonti la quota mensile restituita;

3. quanto ammonti ad oggi il totale delle mensilità versate;

4. quale sia l’istituto di credito ed il numero di conto corrente sul quale tale fondo è stato costituito;

5. quali siano le finalità del fondo;

6. quale sia la modalità di restituzione e dunque quale voce di bilancio preveda tale operazione;

7. quale sia la modalità di affidamento di tale fondo;

8. se sul fondo, qualora costituito, confluisca anche il 50% degli stipendi mensili degli Assessori, così come dichiarato in campagna elettorale

9. se gli Assessori, dall’inizio del mandato ad oggi, abbiano mantenuto o meno la propria originaria occupazione

10. qualora il fondo non fosse stato ancora costituito, cosa accadrebbe se il Sindaco si dimettesse o il Consiglio lo sfiduciasse, ed in particolare, se le somme che avrebbe dovuto accantonare fino ad ora verrebbero comunque consegnate – e in che forma – alla Cittadinanza.

Siamo sicuri dell’esistenza del fondo pubblicizzato dal Sig. Sindaco, e altrettanto certi che lo stesso si sia già fatto (e si farà) Garante delle promesse elettorali anche con riferimento alla parte relativa agli Assessori, stanti anche le dichiarazioni rilasciate alla stampa e alle tv nazionali in proposito. Proprio per questo crediamo siano essenziali questi chiarimenti, nell’interesse della credibilità della Città di Messina e dei Cittadini stessi, poiché questa va commisurata anche alla chiarezza e alla trasparenza delle Istituzioni che li rappresentano.”
Associazione ADIS
Cittadinanzattiva
Compagnia del Mezzogiorno
Federazione dei Verdi
Federazione Nuova Destra
Insieme per la Sicilia
Italia dei Valori
LabDem Regionale
L’Alternativa Possibile
L’Altra Messina
Movimento Consumatori del Sud
reset
Sicilia Democratica
Umanesimo e Riformismo
Fabrizio Sottile – Consigliere Comunale

(1767)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *