“Guerra Santa” tra i fratelli Previti, Isgrò torna a casa e Dalmazio ci riprova

previtiIl Centro democratico non presenterà liste al Consiglio comunale. Il gruppo che fa riferimento al deputato nazionale Carmelo Lo Monte “metterà i suoi uomini e le sue donne” all’interno delle liste a sostegno del candidato sindaco Felice Calabrò. Così il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Previti troverà posto nella lista Felice per Messina oppure nella seconda che pare in fase di definizione. Previti dovrà vedersela anche con gli “affari di famiglia”. Il fratello Nino, infatti, sarà candidato con il Popolo della Libertà e sarà una “battaglia familiare” quella che vedrà i due fratelli, da sempre insieme nelle elezioni, doversi dividere le preferenze dopo l’eliminazione della Provincia dove Nino era stato eletto nel 2008. Restando al centrosinistra pare che l’Esperto del commissario del Comune Croce, Nino Dalmazio, stia preparando una lista, sempre all’interno del centrosinistra. Dalmazio partecipò con “Dicearco per l’Autonomia” alle elezioni del 2008 a sostegno dell’allora candidato sindaco del centrodestra, Giuseppe Buzzanca, che vinse al primo turno contro Francantonio Genovese. Allora il gruppo di Dalmazio prese lo 0,67% pari a 927 preferenze. Infine, ma mancava solo l’ufficialità, Pippo Isgrò rientra nel Pdl e dopo la sua candidatura a sindaco ritira quanto annunciato da mesi e andrà a sostegno di Vincenzo Garofalo. Domani mattina alla Provincia Isgrò, insieme a Garofalo, al presidente della Provincia Ricevuto e al deputato regionale Nino Germanà comunicherà la scelta di ritornare alla “casa madre”. Isgrò aveva lanciato un appello nei giorni scorsi anche a Gianfranco Scoglio ma l’ex city manager non rispose all’assessore alle Manutenzioni della giunta Buzzanca. @Acaffo

(55)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *