G7, D’Uva e il comitato 29 Dicembre: “Messina bistrattata”

D'Uva FrancescoNon si placano le polemiche attorno al cerimoniale che dovrebbe dare il via all’atteso G7 di Taormina.

A creare disappunto è il poco spazio ricevuto dalla città di Messina, spazio richiesto dal deputato nazionale del Movimento 5 Stelle, Francesco D’Uva: “Il programma per la prima giornata del vertice internazionale del G7, previsto per venerdì 26 maggio, mi lascia alquanto amareggiato. Secondo la nota ufficiale, vi sarà “un giro in elicottero sull’Etna, poi l’atterraggio a Catania per visitare palazzo degli Elefanti e l’ex monastero dei Benedettini”.  In questo tour tutto catanese, a far gli onori di casa sarà il Sindaco di Catania Enzo Lo Bianco. Al di là di ogni considerazione polemica, che non mi preme fare in questa sede, vorrei domandare a chi di competenza, e dunque in primo luogo al Governo Gentiloni, come mai non sia stata presa in considerazione, in nessun modo, una visita a Messina, che è pur sempre il capoluogo della città metropolitana in cui ricade Taormina. Come mai discriminare lo Stretto e le meraviglie di Messina in un modo così palese e forzato?”.

Anche per il comitato 29 Dicembre, Messina non riceverà il dovuto spazio: “Non ci sarà un’accoglienza ufficiale di un rappresentante della Città Metropolitana -di cui Taormina è parte-, nè sono previste tappe in visita alla città, a quanto pare. Il che potrebbe anche non essere dovuto ma, quando i cittadini scoprono invece che la vicina Catania ospiterà firstladies e firstgentlemen con tanto di tour guidati , ció ha il sapore amarissimo di uno smacco alla nostra città. Inevitabile chiedersi per quale ragione la nostra nutrita rappresentanza politica, con particolare riferimento a chi detiene un filo diretto col governo, non abbia ritenuto Messina meritevole neppure di una visita, il tutto in favore di Catania”.

(165)

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *