Emergenza idrica, si cercano soluzioni immediate per Forza D’Agrò

amam sede per nuovoNon c’è solo la situazione di Calatabiano a destare preoccupazione tra i vertici dell’AMAM, visto che anche dalle parti della condotta di Forza D’Agrò non si possono dormire sonni tranquilli. I prossimi passi sono stati stabiliti domenica mattina durante un tavolo tecnico, che si è svolto nella sede del viale Giostra  della società idrica, a cui hanno partecipato il presidente Leonardo Termini, l’assessore Regionale all’Ambiente Maurizio Croce, e l’ingegnere capo del Genio Civile, Leonardo Santoro.

Lo scenario non è dei più semplici, il maltempo che ha colpito il versante jonico ha fatto suonare più di un campanello d’allarme, con lo stesso Presidente Termini che si è recato sia a Calatabiano che a Forza D’Agrò per verificare che la pioggia non avesse provocato ulteriori smottamenti e mettendo di nuovo a rischio la condotta. La sorte questa volta ha sorriso ai messinesi, ma su Forza D’Agrò servono interventi urgenti.

Ieri mattina, dunque, al Tavolo istituzionale, è stato presentato nel dettaglio il quadro odierno della situazione geomorfologica, alla luce degli ultimi eventi atmosferici e si è discusso dell’attualizzazione del Progetto esecutivo di spostamento del tracciato della condotta e sistemazione idrogeologica del sito, strettamente condiviso con l’Amministrazione comunale di Messina e, particolarmente, con il Sindaco, Renato Accorinti e con l’Assessore ai Lavori Pubblici, Sergio De Cola.

I tecnici e i progettisti di AMAM, hanno illustrato e concertato con l’Assessore Croce e con l’ingegnere capo del Genio Civile, Leonardo Santoro, gli aspetti cruciali dell’intervento di realizzazione del nuovo tracciato della tubazione, già approvato dagli enti preposti e pronto ad essere cantierato.

L’intenzione è quella di  non perdere ulteriore tempo. L’Assessore Croce  ha invitato i tecnici di AMAM a presentarsi in Assessorato a Palermo, già domani, martedì 29 novembre, per gli ulteriori adempimenti che consentiranno l’avvio dei lavori nei tempi più brevi, così come il caso impone.

“Da cittadino di Messina e da Presidente di AMAM, mi sento confortato da questo incontro – afferma il presidente dell’AMAM, Leonardo Termini – per l’alta professionalità e operatività e per la particolare sensibilità dimostrata, nell’interesse e nella tutela della comunità messinese, da tutte le istituzioni oggi coinvolte, al fine di prevenire e scongiurare una nuova situazione emergenziale di cui tutti siamo a conoscenza esisterne i presupposti. Per questo – conclude il Presidente Termini – ringrazio molto sia l’Assessore Croce che il Capo del Genio Civile Santoro che, ancora una volta, in maniera unitaria con l’amministrazione comunale e l’AMAM, in questa giornata domenicale hanno fatto proprie le esigenze della Città”.

(179)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *