Emergenza abitativa. A 10 mesi dal bando ancora nessuna graduatoria

Il Dipartimento politiche della casa deve ancora stilare la graduatoria di un bando per l’assegnazione di alloggi popolari, scaduto 10 mesi fa. A segnalarlo il Consigliere comunale Libero Gioveni, che ha effettuato, nei giorni scorsi, un’ispezione agli uffici addetti.

«Il motivo è aberrante: il personale disattende le disposizioni del Dirigente – spiega il Consigliere comunale. Ai tre assistenti sociali era stato anche chiesto, attraverso una disposizione del Dirigente, Salvatore De Francesco, datata 31 ottobre 2018, di collaborare nella redazione dell’elenco delle offerte pervenute nell’avviso ricognitivo per l’acquisto o locazione di alloggi sul mercato da parte del Comune di Messina. E invece, niente di tutto ciò».

Gioveni si chiede se il Vicesindaco, Salvatore Mondello, è a conoscenza della situazione e cosa intende fare: «Si era impegnato in Aula, rispondendo ad una mia precisa interrogazione sul mancato varo della graduatoria, assicurando che il Dipartimento avrebbe provveduto, subito dopo la redazione di quella per i 46 alloggi di Camaro Sottomontagna e  50 alloggi di villaggio Matteotti. Ebbene, questo è il risultato: i faldoni delle 1000 domande giacciono ancora indisturbati negli armadi del Dipartimento e quel che è peggio, appunto, è che il personale a cui era stato chiesto di occuparsene, fa ben altro, senza che l’assessorato muova un dito per far ottemperare alle disposizioni dirigenziali».

Alla luce di queste considerazioni il Consigliere comunale ha chiesto un intervento del Sindaco De Luca e dello stesso Assessore Mondello: «qualora si perseveri con questo stato di cose, non si potrà non richiedere un intervento esterno da parte del Dipartimento regionale delle autonomie locali per gli opportuni provvedimenti di competenza».

(136)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *