Comune: Patto di stabilità “sforato”, altra sanzione da 7 milioni di euro

Conferenza Patto di StabilitàSi è svolto stamani, nella sala ovale di palazzo Zanca, l’incontro con i giornalisti indetto dal sindaco, Renato Accorinti, e dal vicesindaco, Guido Signorino, per trattare le tematiche relative al Patto di Stabilità 2012. “Differentemente da quanto era stato evidenziato nel recente passato – ha sottolineato il vicesindaco Signorino – confermo, a seguito di alcuni incontri con la Ragioneria generale e il Collegio dei Revisori dei Conti, lo sforamento del Patto di Stabilità per l’anno 2012. Alcune uscite, per un importo totale di 7 milioni 300 mila euro, hanno costituito un deficit d’esercizio che ha generato lo sforamento. Si tratta di spese non previste che riguardano l’Avvocatura per un milione di euro, l’Ato3 per 2 milioni e 400 mila e l’Atm per 3 milioni 900 mila euro. Nel passato è stata effettuata un’erronea valutazione del finanziamento di 32 milioni di euro da parte della Regione Siciliana che non è stato concesso per la mancata approvazione del Piano di Riequilibrio decennale. Le conseguenze dello sforamento del Patto – ha concluso Signorino – porteranno ad un’altra sanzione di 7 milioni di euro. La prossima settimana esperti dell’ANCI accerteranno la reale consistenza debitoria del Comune, che consentirà di definire il percorso per evitare il default”.

(39)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *