La Commissione Antimafia sugli “impresentabili”: «Controlli insufficienti»

Foto di Rosy Bindi presidente della commissione antimafiaDopo il maxi sequestro effettuato ieri ai danni della famiglia Genovese arrivano le dichiarazioni di Rosy Bindi, Presidente della Commissione Antimafia: «I controlli sugli impresentabili sono insufficienti».

Poco prima delle elezioni regionali in Sicilia, infatti, c’era stato l’intervento della Commissione, richiesto da più fronti, per effettuare un controllo approfondito su tutti i candidati. Il riscontro, però, non è stato reso pubblico subito poiché alcuni degli atti in questione erano secretati dalla magistratura.

«Non sono solo i casellari giudiziari – afferma Rosy Bindi – che ci aiutano a capire la qualità della classe dirigente. La prima responsabilità sta nelle forze politiche che invece sono molto distratte da questo punto di vista e preoccupate solo di vincere le elezioni. È fondamentale che la politica svolga un lavoro molto più accurato nella selezione della classe dirigente».

La Presidente della Commissione Antimafia ha anche chiarito che i controlli effettuati sui candidati saranno noti la settimana prossima: «Sicuramente c’è stata molta più attenzione in queste ultime regionali perché credo che il lavoro dell’antimafia sia servito soprattutto a rendere più attente e più vigilanti le commissioni elettorali e l’informazione. Purtroppo non posso dire altrettanto dell’impegno delle forze politiche perché quello che sta emergendo dalle elezioni siciliane è davvero molto grave».

(198)

Categorie

Politica

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *