Città Metropolitana, slittano le elezioni. Csa: “Rinvio insensato”

provincia palazzo per nuovoLe elezioni dei presidenti dei Liberi Consorzi e dei componenti dei Consigli Metropolitana sono state rinviate. Lo ha stabilito il disegno di legge regionale risalente allo scorso 10 agosto, ma pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale nella giornata di ieri.

La tornata elettorale, inizialmente prevista per il 25 settembre, slitterà dunque al prossimo autunno. Così ha disposto l’Ars che di conseguenza dà il via libera ad una nuova proroga nei confronti del commissario Filippo Romano che continuerà a rappresentare Palazzo dei Leoni al fianco del Sindaco Renato Accorinti.

Posticipato, dunque, anche il periodo di campagna elettorale che si sarebbe dovuto aprire proprio in questi giorni. Il nuovo Consiglio sarà composto da 14 membri eletti dai sindaci metropolitani e dai componenti dei relativi Consigli comunali.

Un rinvio insensato secondo il Csa intervenuto con una nota del segretario provinciale Santino Paladino. “Non vi era alcun valido motivo per farlo ed anzi quasi tutti i comuni avevano già avviato senza alcuna difficoltà le varie fasi del procedimento per eleggere il Consiglio Metropolitano il 25 settembre. Ed invece puntuale, con il rinvio a data da destinarsi, è arrivata l’ennesima dimostrazione che la politica siciliana è ormai lontana anni luce dai bisogni della gente e dalla drammatica realtà vissuta dalle istituzioni locali. Non riusciamo a capire quali oscuri interessi si celino dietro tale atteggiamento che non fa altro che aumentare il divario ed il ritardo fra le tre Città Metropolitane siciliane e le altre 11 italiane che sono già operative da due anni e pronte a spartirsi le risorse a disposizione”.

!Il Governo Crocetta e l’ Ars – conclude la nota –  anche di fronte all’ormai imminente dissesto di molti enti locali, continuano in una politica del rinvio che denota una totale incapacità di affrontare le vertenze sul tappeto e di garantire servizi essenziali quali l’assistenza ai disabili, la manutenzione delle scuole e delle strade e lo sviluppo del turismo”.

(310)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *