Cateno De Luca VS Consiglio Comunale. L’annuncio: dimissioni e ricandidatura ad aprile 2019

Il neo eletto sindaco di Messina, Cateno De Luca, con la fascia tricolore«Caro Danilo credo tu debba aspettare fino a maggio 2019 per prendere il mio posto nel Parlamento siciliano». Con queste parole il sindaco Cateno De luca torna a parlare delle sue dimissioni che sembrano essere sempre più vicine. Il primo cittadino, infatti, ritorna ad attaccare il Consiglio Comunale che, a suo avviso, starebbe bloccando l’attività della nuova Amministrazione.

Nonostante l’approvazione della delibera sulla costituzione dell’Agenzia per il risanamento di Messina, De Luca non si ritiene ancora soddisfatto e, se i Consiglieri comunali non approveranno la sua proposta di modifica al regolamento consiliare, il primo cittadino darà le sue dimissioni.

«I consiglieri comunali di Messina vogliono paralizzare la nostra attività amministrativa – continua De Luca – e quindi dovrò dimettermi entro il 30 settembre». Per questa data, infatti, il sindaco ha organizzato un incontro con tutti i messinesi a Piazza Duomo durante il quale farà il punto della situazione sull’operato dei primi 100 giorni al governo, al quale potrebbe seguire il commiato alla città.

E se sulla questione dimissioni il primo cittadino sembra voler “giocare” al tira e molla, tenendo sempre alta la suspence dei messinesi, una cosa sembra chiara: se dovesse davvero decidere di sfilarsi la fascia da sindaco, Cateno De Luca sarebbe pronto a candidarsi nuovamente per essere eletto ad aprile 2019.

«Spero che la comunità mi ridarà fiducia ad aprire 2019 con una adeguata maggioranza in consiglio comunale».

 

(3324)

2 Commenti

  • Antonino scrive:

    Dr. De Luca, Lei è un bravissimo ma soprattutto coraggiosissimo combattente, secondo me, non si arriverà a nuove elezioni, Lei ha già vinto, vedrà che i signori consiglieri non si lasceranno sfuggire questa opportunità, sanno bene che nuove elezioni per loro segnerebbe certamente una sconfitta
    clamorosa.

  • Domenico scrive:

    Condivido la sua posizione. Un sindaco deve poter gestire la cosa pubblica. Quindi se ne assume a pieno la responabilità e poi sarà giudicato dal civico consenso. Si faccia sentire su tutti i settori e dia uno sguardo anche al dipartimento urbanistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *