Basilica Sant’Antonio. Faranda: “Zona in condizioni pietose, residenti stanchi”

unnamed“Marciapiedi sporchi a tratti ridotti a vere e proprie latrine all’aperto, le recinzioni del Santuario di Sant’Antonio ridotte a veri e propri depositi di sporcizie”, questo il quadro che Daniela Faranda, consigliere comunale Ncd, dipinge di una Basilica che, ogni anno, è meta di almeno 400mila fedeli all’anno.

Le denunce dei residenti della zona adiacente al Santuario di Sant’Antonio, di cui il Consigliere da tempo si fa portavoce, si ripetono da mesi. La puzza in via Ghibellina, dicono, è insostenibile. Le condizioni intorno alla Basilica assolutamente pietose.

Tanto da richiedere, scrive Daniela Faranda, consigliere Ncd, “una autobotte con disinfettante che pulisca almeno ogni 15 giorni affinchè il sito abbia il decoro che merita”.

Non è nuova all’argomento il Consigliere che già nell’ottobre dello scorso anno aveva denunciato e chiesto l’intervento dell’Amministrazione comunale per le pessime condizioni igienico-sanitarie della Basilica di via Ghibellina.

 

 

 

(221)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *