Arrivano rinforzi per i Vigili Urbani: gli ausiliari “studiano” per fare più multe

polizia-municipale“Finalmente siamo riusciti ad avviare i corsi che consentiranno di fornire qualificazioni adeguate a quanti supereranno gli esami finali e segneranno un notevole passo in avanti nel controllo della mobilità e nella repressione della sosta selvaggia”, così commenta l’assessore alla mobilità, viabilità e trasporti, Gaetano Cacciola, l’inizio dei corsi formativi per i primi 24 lavoratori.

Cacciola aggiunge: “Oggi, com’è noto, il personale Atm addetto alla Ztl può elevare sanzioni esclusivamente per la mancata corresponsione della tariffa di sosta o per la sosta irregolare in seconda fila. Con la qualificazione che acquisiranno, sarà estesa notevolmente la propria operatività con indiscutibili vantaggi per il rispetto delle regole necessario per una mobilità ordinata”.

Il direttore generale dell’Atm, Giovanni Foti, che insieme al comandante della Polizia Municipale, Calogero Ferlisi, ha presenziato all’apertura del corso, tenuto dal personale del Corpo di Polizia municipale, ha dichiarato: “Gli ausiliari del traffico potranno operare su tutto il territorio cittadino ed intervenire per tutte le tipologie di violazione della sosta. E’ certamente un passo importante in avanti; intanto perché avvia uno sviluppo professionale per il personale sulla base di criteri rigorosi di selezione, ma anche perché aumenterà le forze in campo per il controllo del traffico e della sosta selvaggia. Si amplierà in questo modo – ha aggiunto Foti – la possibilità di iniziative in sinergia con i vigili urbani, la polizia provinciale ed il personale dell’Atm. Riteniamo altresì che aumenterà notevolmente, per l’Atm, la capacità di controllare le corsie del mezzo pubblico e le aree attorno ai parcheggi, al fine di attivare un processo virtuoso che consenta di incrementare l’uso del trasporto pubblico e una più efficiente gestione dei parcheggi”.

Positivo anche il commissario dell’Atm, Domenico Manna, che ha commentato: “Stiamo procedendo speditamente sulla strada della riorganizzazione dell’Atm, ed in particolare della struttura commerciale, come previsto nel contratto di servizio e nel piano industriale”.

(438)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *