Ancora un sì del Consiglio Comunale: nasce la Messina Patrimonio Spa

Il Consiglio Comunale dice un altro sì alla costituzione di una nuova Società Partecipata: nasce la Messina Patrimonio Spa. L’Azienda avrà come socio unico il Comune e si occuperà di gestire e valorizzare i beni immobiliari di proprietà dell’Ente. La costituzione della Partecipata è stata fortemente voluta dall’Amministrazione De Luca data la necessità di conoscere, valutare e valorizzare il patrimonio immobiliare del Comune “evitando che la frammentarietà e la mancanza di coordinamento tra varie azioni amministrative, possano pregiudicare la conservazione e la valorizzazione degli immobili”.

Presenti in Aula al momento del voto 21 Consiglieri Comunali che si sono così espressi: 11 favorevoli, 9 contrari e 1 astenuto. Ed è proprio contro chi ha votato no che Cateno De Luca punta il dito, chiedendo coerenza.

«Ci sono volute 5 ore di dibattito per approvare una proposta che fa parte del Salva Messina – commenta il sindaco Cateno De Luca sui social. Stiamo parlando di un settore che genera un danno di 3 milioni di euro l’anno. Rivendico coerenza ai Consiglieri Comunali che hanno votato il pacchetto Salva Messina e il piano di riequilibro finanziario, portandomi a non dichiarare il dissesto. Io mi sono preso la responsabilità di andare avanti. Non posso accettare che prima si dica sì e poi nel tempo, senza alcun motivo, si cambi idea. La coerenza non si compra al supermercato. Chi ha detto no al Salva Messina, oggi coerentemente può continuare a dire no alle delibere attuative. Chi ha detto sì, invece, oggi non può dire no senza motivarne nel merito il cambio di posizione».

Consapevole di questa ormai insanabile rottura con il Civico Consesso, il sindaco De Luca ricorda l’opzione dimissioni. «Nella diversità o si trova quella coerenza e il senso di responsabilità per far rinascere questa città, oppure si crea un cortocircuito irreversibile che porta in modo definitivo a dover consegnare il mandato alla città perchè la situazione di paralisi che si determina in questo contesto fa male a Messina».

Con la Messina Patrimonio Spa salgono a tre le società partecipate targata Cateno De Luca. La prima è stata la A.ris.me, l’Agenzia per il risanamento di Messina, la seconda Messina Social City, che si occupa dei servizi sociali.

(419)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *