Amministrazione-Prefettura: prove di disgelo

accorinti 4 novembreLa quiete dopo mesi e mesi di tempesta. La visita del sindaco e della Giunta comunale al gran completo, al Prefetto Francesca Ferrandino, ha tutto il sapore della riconciliazione dopo il gelo istituzionale dell’era Trotta.

All’incontro, che si è tenuto nel Palazzo del Governo, hanno partecipato anche i Segretari Generali, del Comune di Messina, Antonio Le Donne, e della Città Metropolitana di Messina, Maria Angela Caponetti, e il Capo Gabinetto di Palazzo Zanca, Loredana Carrara.

La visita, che segue quella avvenuta a Palazzo Zanca subito dopo l’insediamento a Messina del Prefetto Ferrandino, rientra in uno spirito di assoluta e reciproca condivisione tra le due istituzioni in un clima di fattiva intesa e collaborazione. L’incontro è servito anche per affrontare argomenti territoriali di interesse della collettività.

Nello specifico sono stati trattati temi primari, come l’accoglienza dei migranti, trovando piena sintonia per risolvere le problematiche del Palanebiolo per una migliore accoglienza degli stessi. Altro tema scottante riguarda il passaggio dei tir in città, senza dimenticare l’insabbiamento del porto di Tremestieri con l’accelerazione delle procedure per l’avvio dei lavori per la realizzazione del nuovo porto.

La piattaforma logistica a sud, è da sempre ritenuta dall’amministrazione come l’opera pubblica maggiormente attesa dalla città, che potrebbe portare ripercussioni positive anche in termini occupazionali. A conclusione della riunione le due istituzioni si sono impegnate a snellire ogni procedimento di natura burocratica e a concordare linee comuni di azione, trovando piena e assoluta sinergia.

(101)

1 Commento

  • Sergio Martino ha detto:

    Speriamo che questa sinergia porti a qualcosa di utile.come ad esempio ricordare al prefetto,che Messina si trova vergognosamente dopo 365 ancora in emergenza idrica , perché nulla è stato fatto in questo anno per risolvere i problemi.Speriamo che il sindaco lo ricordi al prefetto affinché le pastoie burocratiche della regione o protezione civile vengano sciolte e risolvere una volta per tutte questa vergogna in cui viviamo da ben ribadisco oltre 365 giorni!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *