Agenzia Nazionale per i Giovani, D’Arrigo: «Faremo di tutto creare nuove possibilità»

darrigo3Il renziano Giacomo D’Arrigo nominato, il 27 dicembre scorso dal Consiglio dei Ministri, su proposta del ministro per l’Integrazione  Kashetu Cécile Kyenge, direttore generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, che gestisce i fondi delle politiche giovanili compresi quelli della programmazione europea, si è insediato il 30 dicembre.

«Sono orgoglioso del mio nuovo incarico — dichiara D’Arrigo —, in un momento di crisi come quella che sta vivendo il nostro Paese pensare alle nuove generazioni è importante, è necessario dare loro un segnale di speranza e concretezza. E l’impegnodell’Agenzia sarà rivolto in questa direzione».

«Con la nuova programmazione europea — aggiunge —, che entrerà in vigore a partire dal 1 gennaio 2014, si apre una fase fondamentale per i nostri giovani che, nel nuovo Programma Erasmus+, saranno impegnati in importanti esperienze di mobilità transnazionale finalizzate  all’acquisizione di competenze spendibili in un mercato del lavoro sempre più competitivo».

«L’Agenzia — si legge ancora nella nota del nuovo direttore generale — si impegnerà infatti affinché il maggior numero di ragazzi italiani possa accedere alle opportunità che questo nuovo Programma offre per poter proseguire sulla scia dei lusinghieri risultati raggiunti con il Programma Gioventù in Azione che chiude il settennio con il 99,9% di fondi europei impegnati, a testimonianza di quanto i nostri giovani siano attivi sul  territorio. Oggi stesso abbiamo pubblicato la graduatoria dei progetti approvati relativi al Round 3 di Gioventù in Azione, sbloccando risorse per circa quattro milioni e mezzo di euro».

«Parallelamente — conclude la nota — l’Agenzia si impegnerà, fin da ora, a dare  il proprio contributo in occasione del Semestre Europeo di Presidenza Italiana e lavorerà per essere un interlocutore serio e credibile per le giovani generazioni fornendo loro gli strumenti per essere protagonisti del presente e del futuro del nostro Paese». 

(43)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *