Accorinti si ricandida a sindaco di Messina: «La gente me lo chiede»

Foto dei saluti iniziali del Sindaco Accorinti, Dalai Lama a MessinaRenato Accorinti si ricandiderà a Sindaco di Messina. La notizia girava tra i corridoi di Palazzo Zanca già da diversi mesi, ma ancora non c’era stata alcuna ufficializzazione. Oggi, durante la conferenza stampa di fine anno l’attuale sindaco di Messina ha affermato che girerà un video in cui chiederà ai cittadini cosa pensano sulla sua possibile ricandidatura.

Qualcuno già lo chiede, spiega Renato Accorinti, come successe nel 2013, quando l’attuale sindaco spiegò che erano gli stessi messinesi a chiedergli di rappresentare la città.

A fine mandato, dopo quasi cinque anni di governo, il Prof Accorinti reinveste sulla potenza mediatica che era riuscita a sconfiggere le armate politiche che da sempre governano la città di Messina.

(644)

6 Commenti

  • Antonino scrive:

    Ma chi sono queste persone che chiedono la ricandidstura di Accorinti. Io non sono tra questi. Che li indichi. Ma che cosa ha fatto per Messina? Il nulla del nulla. Dove è stato in tutto questo temp mentre la città di Messina e soprattutto la periferia è sprofondata nel degrado più assoluto. Che lo vada a dire a chi lo cercava per diversi problemi e lui non si faceva trovare. È che la poltrona è piaciuta anche a lui.

  • riccardo vattelapesca scrive:

    Condivido quello che dice Antonio, il nulla , parla di meritocrazia quando ha fatto da coperchio a situazione create dai suoi predecessori ed ha proceduto ad assunzioni illegittime, non ha cognizione di quello che gli fanno firmare, ne è consapevole. In ogni caso dovrebbe cambiare l’intera giunta e non fidarsi ciecamente dei suoi incapaci collaboratori, in ultimo vesta come un cristiano nelle occasioni ufficiali in cui rappresenta 240 mila abitanti, molti cittadini non si sentono rappresentati da un soggetto simile!

  • nino maimone scrive:

    caro Accorinti, tu dici che te lo dice la gente di ricandidarti. Queste fiabe me li raccontavano quando ero piccolino. Se ti arrivassero una buona parte delle bestemmie che ti mandano tutti gli abitanti e commercianti del viale della libertà quando piove, forse oggi diremmo la buonanima di accorinti. Tu vuoi sempre essere al centro della attenzione, vuoi essere riconosciuto in mezzo alla folla anche a 100 mt. di distanza e lo dimostri con quella maglietta in maniche corte anche in pieno inverno, mentre chi ti sta accanto è munito di sciarpa e cappotto. Tutte le opere che stanno per nascere ora, non sono merito tuo. Ma le leggi tutte le critiche che ti fanno su facebook?

  • Giuseppe Giacobbe scrive:

    Se non si rende conto di quanto male ha fatto alla città è intellettualmente disonesto oppure incapace di intendere e di volere.

  • Ezio scrive:

    Purtroppo, o per fortuna, chi vive in una città ha bisogno di vedere la buona politica sin dalle piccole cose. Strade pulite e senza buche, tombini puliti e che facciano defluire le acque piovane senza creare piscine o peggio laghi. Io stesso pochi giorni fa non sono riuscito a salire sulla mia auto regolarmente posteggiata sulla via La Farina perchè avrei dovuto avere stivali adatti all’acqua alta di Venezia e non normali scarpe. Continuiamo? Alberi potati, strade illuminate, ville comunali pulite e con i cestini svuotati.. Tutto ciò è identico, in negativo, a cinque anni fa … E non credo che alla gente interessi che le casse comunali sono vuote … Io pago regolarmente le tasse per avere poco in cambio … TARI, TASI, IMU, Addizionale fiscale comunale direttamente prelevata dalla mia busta paga ogni mese …
    E poi dov’è questo sentire comune positivo verso il sindaco? Sento in giro soltanto commenti negativi e dichiarazioni di non voto a giugno prossimo agli attuali amministratori …

  • salvatore scrive:

    Grazie Accorinti per l’albero di Natale, la ruota e il Capodanno in piazza Duomo, se fosse stato per te il nulla cosmico… ed alle persone che ancora lo sostengono dico che siete voi, assieme a questo tizio, la rovina di Messina…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *