Accorinti replica a Daniela Ursino:”Non c’è stata alcuna deriva politica dell’amministrazione”

accorinti (2)“Non c’è nessuna deriva politica, il nostro percorso amministrativo è sempre stato chiaro”. Renato Accorinti incassa le dimissioni di Daniela Ursino da assessore alla cultura, che ha comunicato il passo indietro dalla Giunta puntando il dito contro la deriva politica presa dall’amministrazione che non gli ha permesso di svolgere il proprio ruolo tecnico.

Tutto d’un tratto è sembrato di rivivere il giorno delle dimissioni di Luca Eller, che è andato via sbattendo la porta attaccando una giunta “ormai schiava della piazza e di alcune posizioni estremiste e barricadere”.

Accorinti però non cambia registro e come allora respinge le accuse di un’Ursino che non si è mai sentita sostenuta da Cambiamo Messina dal Basso:”La Ursino ed Eller non hanno mai capito fino in fondo la nostra linea di pensiero – dice Accorinti – è vero che il movimento Cambiamo Messina dal Basso ha attaccato il suo operato  perchè non lo riteneva in linea sotto il profilo politico”.

A questo punto appare probabile che il successore di Daniela Ursino provenga proprio dagli ambienti di Cambiamo Messina dal Basso,il nome di Federico Alagna è abbastanza caldo, ma Accorinti non si sbilancia:”Qui non si fanno spartizioni con i movimenti – ha dichiarato – non ricevo ordini di scuderia, ho avuto contrasti sia con Cmdb che con Indietrononsitorna, ci confronteremo democraticamente ma sempre con quello spirito che sta contrassegnando questa esperienza amministrativa. Il movimento è parte integrante della nostra azione politica, ma qui nessuno detta legge, nessuno impone nomi dall’alto, anzi è l’esatto opposto”.

Il primo cittadino ammette che le dimissioni della Ursino non sono state un fulmine a ciel sereno:” Da tempo lei aveva evidenziato un certo malessere all’interno della giunta – ha continuato – il suo era un ruolo tecnico, così come quello di Eller. Politicamente è spesso stata distante, non ha fatto suo il nostro modo di fare le cose. I suoi risultati però sono sotto gli occhi di tutti, ha lavorato bene ed ha organizzato degli eventi molto importanti per la città”.

A trentasei ore dal No alla mozione di sfiducia, poi, Accorinti torna parlare dell’esito della votazione del consiglio comunale:” io cammino con la mia coerenza, vi posso garantire che non sono andato da nessun esponente politico a chiedere che non venisse votata la mozione di sfiducia”.

(411)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *