Accorinti: “Messinesi tutto questo un giorno sarà vostro”

Firma Accorinti protocollo e convenzioneTra le principali accuse che l’opposizione rivolge da tempo all’amministrazione Accorinti c’è la mancanza di una pianificazione strategica mirata a garantire progetti e investimenti per il futuro della città. Lo hanno detto in molti: dall’ex assessore Gianfranco Scoglio, all’ex sindaco Salvatore Leonardi. Lo hanno ribadito questa mattina il capogruppo dei Centristi Mario Rizzo e lo stesso deputato Gianpiero D’Alia, sottolineando come l’attuale Giunta abbia beneficiato di frutti nati da semi piantati in passato.

“Chi verrà dopo troverà un buco – hanno detto i Centristi – pagheremo una mancanza di progetti e proposte per il futuro di Messina. Il Sindaco non ha riconosciuto i meriti delle passate amministrazioni, avrebbe dovuto avere l’onesta intellettuale di ammettere la bontà dei progetti ereditati”.

Ma il primo cittadino non ci sta e ribatte. “Dovrei rimandare al mittente quanto dichiarato da D’Alia al quale chiedo il perché non abbia portato a termine questi progetti visto che è stato anche vicesindaco. Aver concluso l’iter per il secondo Palagiustizia, per gli svincoli o per il porto di Tremestieri è un merito che dovevano riconoscerci. Chiudere questi progetti è stato un passo importante, le cose si portano fino alla fine e noi siamo stati gli unici a farlo. Le ultime due sindacature godevano di appoggi politici sia al governo che alla Regione eppure non hanno fatto nulla. Io non ho mai avuto nessuno alle spalle e sono riuscito lo stesso a chiudere partite indispensabili per il futuro della città”.

A chi in particolare critica l’assenza dei progetti per il futuro Accorinti risponde elencando ciò che la sua Giunta lascerà alla città. “Siamo stati inseriti nel bando per la riqualificazione delle periferie e potremo disporre di 18 milioni di euro. C’è poi il Masterplan che consentirà di realizzare progetti già esecutivi, a ciò si unisce l’impianto per la gestione dell’umido che sorgerà all’interno del depuratore di Mili Marina e gli investimenti per la raccolta porta a porta”.

Il Sindaco torna poi su uno dei programmi più ambiziosi del suo manifesto elettorale. “Non ho mai abbandonato l’idea della flotta comunale, ne ho parlato fino a ieri con il vicesindaco Gaetano Cacciola. Ma è un progetto troppo grande che necessità di una solidità economica che al momento non abbiamo”.

Andrea Castorina

 

 

 

(895)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *