Bilancio: Ministero e Regione inviano le scialuppe di salvataggio

palazzo zancaDue giorni fa “l’operazione verità” della giunta Accorinti sulla mancata approvazione del Previsionale 2015, oggi il confronto tra le parti interessate durante una seduta straordinaria della Commissione al Bilancio. Un faccia a faccia tra amministrazione comunale, revisori dei conti, direttore e ragioniere generale, voluto dal consigliere comunale Carlo Abbate per sciogliere ogni dubbio su una vicenda che ha ormai assunto i connotati di una commedia.

Alla fine la scialuppa di salvataggio arriva dal ministero dell’Interno che ha posticipato i termini per la presentazione del previsionale 2015 al prossimo 31 maggio, ma entro tale data Palazzo Zanca dovrà partorire anche il consuntivo 2015.  Messina, dunque, avrà ancora un mese per salvare la faccia e non dire addio ai 70 milioni di euro di fondi statali. La Regione, invece, provvederà a garantire un finanziamento che permetterà di garantire entro il 2 maggio gli stipendi ai dipendenti comunali, oggi riuniti in assemblea.

Nonostante ciò, il clima al Comune resta teso con le parti ferme sulle proprie posizioni. L’impressione è che i revisori dei conti siano comunque orientati ad esprimere parere negativo sull’importante atto finanziario che potrà dunque essere “spacchettato” e presentato in Aula insieme al Consuntivo.

 

(193)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *