Università di Messina: aperte le iscrizioni per l’anno accademico 2017/18

università_per_nuovo

Si aprono, oggi, le iscrizioni per l’anno accademico 2017/18 all’Università degli Studi di Messina. Tante novità e nuove agevolazioni, previste dalla nuova Legge di Stabilità.

I Corsi dell’Università di Messina

Complessivamente, 78 i Corsi di Laurea proposti da UniME:

  • 47 triennali ed a ciclo unico, destinati quindi, in particolare, ai neo diplomati;
  • 31 i Corsi magistrali, per chi ha già conseguito un titolo di primo livello.

Tra le novità riguardanti l’offerta didattica, la laurea triennale in “Scienze e Tecnologie della Navigazione” del Dipartimento di Ingegneria nonché l’attivazione, alla sede di Noto, del Corso triennale in “Scienze e Tecniche psicologiche” (già presente al Dipartimento COSPECS).

Le agevolazioni

Interessanti novità sul fronte “tasse” per chi si vorrà iscrivere all’Università di Messina per l’anno accademico 2017/18.

La cosiddetta “No tax area”, adesso, permette agli studenti appartenenti a nuclei familiari con reddito fino a 30mila euro di ottenere notevoli agevolazioni, fino all’esenzione totale dal pagamento delle tasse.

A questo vanno aggiunte le misure adottate dall’Ateneo, che riguardano sconti per le famiglie in cui più di un componente risulta iscritto; l’esenzione per gli studenti diplomati non solo con 100 e lode, ma anche con 100; la possibilità di ottenere le borse di studio erogate dall’E.R.S.U..

Considerevoli  gli investimenti nel settore delle residenze (pure per quest’anno, con il programma “Casa Unime”, i fuori sede potranno ottenere il rimborso delle spese di affitto), dei trasporti, degli ambienti destinati alla didattica.

Anche per il 2017/18, poi, saranno proposti gli innovativi programmi di premialità, come “Onore al Merito” (370 borse per i migliori studenti e laureati).

Le scadenze

Per chi è interessato ad iscriversi a Corsi a numero aperto, le immatricolazioni e le iscrizioni si concluderanno il 30 settembre. Entro quella data andrà pagata esclusivamente la tassa regionale per il diritto allo studio e il bollo virtuale, per un importo complessivo di 156 euro. Ci si potrà comunque iscrivere e immatricolare con il pagamento di una mora, entro il 30 novembre.

Per l’iscrizione, invece, ai Corsi a numero chiuso andranno rispettate le scadenze indicate dai bandi e, qualora fosse prevista una prova di selezione, occorrerà effettuare la pre-iscrizione nei termini previsti.

(188)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *