UNIME: 3 milioni per lo sviluppo di terapie dei disturbi dello spettro autistico

policlinico messina

Unime. Sono stati stanziati 3 milioni di euro per il progetto “Disturbo di spettro Autistico: ricerca di biomarcatori per personalizzare le terapie esistenti e sviluppo nuove terapie farmacologiche e riabilitative”, promosso dall’Università di Messina e che verrà presentato al Policlinico “G. Martino” sabato 13 gennaio.

Il progetto è stato finanziato dal Ministero dell’Economia e Finanze, accogliendo la proposta del Ministero della Salute: la somma è prevista dal Fondo per gli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese, all’interno della Legge di Bilancio 2017. Nel campo della ricerca, complessivamente, sono stati finanziati 10 progetti, altri 5 in quello dell’edilizia sanitaria.

L’obiettivo del progetto è l’identificazione di nuove terapie farmacologiche e nutraceutiche e la sperimentazione di forme innovative di riabilitazione personalizzate, sulla base dei deficit presenti nel singolo individuo. Un progetto quindi che potrebbe notevolmente migliorare la qualità di vita di tutti coloro che sono affetti da autismo, offrendo terapie personalizzate basate sui bisogni dei singoli. L’autismo è un disturbo che tende a presentarsi diversamente in ogni soggetto, e dunque è richiesta una grande ricerca a livello individuale per lo sviluppo di una terapia.

«È un grande risultato – afferma l’Ateneo – non solo per l’Università, ma per tutta la città. Può essere l’inizio di un percorso importante, in cui l’Università di Messina e l’A.O.U. Policlinico “G. Martino” rappresentano un pilastro in grado di garantire alla  cittadinanza servizi affidabili».

L’incontro di presentazione del progetto si terrà sabato 13 gennaio alle ore 10.30 presso il padiglione NI dell’AOU “G. Martino”. Presenti alla  conferenza saranno tra gli altri:  l’On. Davide Faraone, Sottosegretario di Stato al Ministero della Salute, il Rettore, prof. Pietro Navarra, il dott. Michele Vullo, Commissario straordinario del policlinico, il dott. Giuseppe Laganga, Direttore amministrativo del Policlinico ed il prof. Antonio Persico, responsabile scientifico.

 

 

(237)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *