Tra sport e cultura: il Rettore accoglie la nazionale maschile di sci

tn tomasellonazionaletn nazionalesciIn un clima rilassato e colloquiale, questo pomeriggio, il Rettore dell’Ateneo Peloritano, il Professor Francesco Tomasello, ha accolto nei locali del Rettorato gli atleti della nazionale maschile di sci. La squadra si fermerà nella nostra città per effettuare un periodo di preparazione atletica in vista delle Olimpiadi invernali che si terranno a Febbraio nella città di Soči, in Russia. Un clima — dicevamo — molto colloquiale, che ha permesso ai convenuti un simpatico scambio iniziale di battute sulle sensibili differenze climatiche e paesaggistiche riscontrabili tra le Alpi e i luoghi di mare. Di fronte a diversi rappresentanti della stampa cittadina, il Rettore, nel porgere il suo benvenuto, ha sottolineato come la presenza della squadra maschile della Coppa del mondo di sci alpino sia effettivamente motivo di vanto e orgoglio per la città e, in particolar modo, per l’Università, promotrice del tour in bicicletta che vedrà impegnati gli atleti  nelle province di Messina e Catania, passando per Taormina e Novara di Sicilia. La settimana su due ruote rientra infatti nel programma di allenamento a secco della squadra e prevede al mattino quattro tappe per un totale di quasi 300 km, mentre al pomeriggio allenamenti basati su forza e stabilizzazione.

Una presenza gradita e significativa ai fini della promozione a livello nazionale della stessa Cittadella Universitaria, che apre uno spiraglio su una possibile collaborazione duratura nel tempo. Il Rettore non ha trascurato di soffermarsi anche sull’importanza intrinseca dello sport considerato come il contenitore di sani valori culturali e sociali per il contributo offerto allo sviluppo della personalità. Un elogio atto a sensibilizzare i giovani nei confronti della pratica sportiva, come educazione alla promozione di valori condivisi. Non è mancato un doveroso excursus sul patrimonio storico-artistico della nostra provincia per risaltare le bellezze naturali e le inclinazioni artistiche di una terra che — ha ricordato Tomasello — «restituisce costantemente arte e cultura».

Un’attenzione particolare è andata al porto naturale della città dello Stretto, caratteristica attrattiva del nostro territorio, immortalato sulle tazze che gli atleti hanno ricevuto in omaggio. Al Rettore, in segno di ringraziamento, è andata la maglia della nazionale, offerta dal Direttore tecnico Claudio Ravetto. Presenti all’incontro: il Delegato dell’Ateneo per la Comunicazione, prof. Francesco Pira; il giornalista messinese e voce della Rai per gli sport invernali, Davide Labate (che ha fatto da collante in questo sodalizio); il Vice Presidente del Comitato regionale siciliano della F.i.s.i, Letterio Pellizzotto. Proseguono nei prossimi giorni gli appuntamenti che vedranno impegnati i membri della nazionale: il Direttore tecnico Claudio Ravetto incontrerà domani gli studenti del corso di laurea in Scienze Motorie. La presenza della nazionale di sci a Messina conferma che il nostro territorio ha molto da offrire se adeguatamente valorizzato e presentato.

Giusy Gerace

(64)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *