“Senza Pasolini”: rassegna cinematografica all’UniMe

senzapasoliniA quarantanni dalla morte, il Dipartimento di Scienze Cognitive, Psicologiche, Pedagogiche e degli Studi Culturali, dell’Università di Messina, promuove la rassegna dell’intera opera cinematografica di Pier Paolo Pasolini, con incontri, proeizioni, mostre e dibattiti. “Senza Pasolini – Cinema, filosofia, fotografia, letteratura, teatro” è il titolo dell’iniziativa che si svolgerà a Messina dal 21 al 28 ottobre e rientra nelle celebrazioni che si tengono in tutta Italia, patrocinate dal Ministero dei Beni Culturali, dal Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa e dal Centro Studio Archivio Pier Paolo Pasolini di Bologna. A presentarla stamane, presso la Sala Senato del Rettorato, i docenti dell’Ateneo Alessia Cervini e Francesco Parisi, accompagnati dagli imprenditori cinematografici Umberto Parlagreco e Loredana Polizzi.

“Sarà una settimana dedicata alla scoperta della complessa figura di Pasolini (regista, scrittore, etnografo) e per questo abbiamo stilato un programma, estremamente ricco e di spessore, che si svilupperà in due aree principali: quella accademica e quella dedicata alle produzioni artistiche. Infatti – ha spiegato in apertura Cervini – ad accompagnare la visione dei film si terranno incontri legati all’opera di Pasolini con studiosi di cinema, filosofia, letteratura, teatro e antropologia provenienti da molti atenei italiani e stranieri (Angelo Alfano, Stefano Casi, Angela Felice, Jean-Paul Manganaro, Stefania Parigi, Alberto Sobrero, Fabio Vighi, Maurizio Zanardi, fra gli altri). Abbiamo avuto anche la conferma della presenza di molti registi e attori di prestigio, tra i quali Cecilia Mangini, Vincent Dieutre e Aurelio Grimaldi. Ad inaugurare le proiezioni sarà Franco Maresco che presenterà il suo ultimo film (fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia di quest’anno) ancora mai visto al cinema, “Gli uomini di questa città io non li conosco”. Siamo anche molto orgogliosi – ha concluso Cervini – di offrire la possibilità di assistere al film di Claudio Caligari “Non essere cattivo”, candidato italiano agli Oscar e per la prima volta a Messina”

Francesco Parisi ha poi illustrato l’iniziativa fotografica della rassegna, “#senzapasolini: dal web allo spazio fisico”. “L’idea nasce dal concetto pasoliniano di “periferia” e per estendere la partecipazione oltre il nostro territorio ci siamo appoggiati alla piattaforma social Instagram – ha spiegato Parisi – Al di là della mostra, che accompagnerà i momenti della manifestazione, contiamo di raccogliere 500 immagini entro la fine della settimana celebrativa per poi realizzare un mosaico fotografico che raffiguri  un angolo della periferia messinese. Le dieci foto migliori verranno infine premiate”.
“Un ringraziamento particolare – ha concluso Parisi – lo vogliamo rivolgere non solo a tutti i docenti che hanno collaborato all’iniziativa, ma anche alla segreteria organizzativa, coordinata dalla dott.ssa Assunta Penna, agli operatori cinematografici, che hanno supportato gratuitamente l’idea, e tutti gli studenti che hanno fornito un apporto fondamentale alla macchina organizzativa”.

Il programma dettagliato della settimana, con ospiti, luoghi e calendario di tutti gli appuntamenti, mattutini e pomeridiani, è consultabile sul sito internet www.senzapasolini.it. All’interno anche le sinossi dei film e le biografie degli ospiti.

(125)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *