Scoperta dei ricercatori messinesi pubblicata nella più importante rivista scientifica

università nuovoSingolare scoperta nel campo della meccanica quantistica di un gruppo di Fisici del Dipartimento MIFT dell’Università di Messina, coordinati dal prof. Salvatore Savasta.
Per la prima volta è stato mostrato come due o più atomi spazialmente separati possano assorbire od emettere congiuntamente un singolo fotone. La ricerca è stata condotta in collaborazione con il prof. Franco Nori direttore del Quantum Condensed Matter Research Group presso il Center for Emergent Matter Science a RIKEN. Il più importante centro di ricerca in Giappone, dove sono attualmente ospiti i fisici Messinesi.

La ricerca, che si chiama “One photon can simultaneously excite two or more atoms” (Un fotone può eccitare simultaneamente due o più atomi), è stata pubblicata sulla prestigiosa rivista dell’American Physical Society “Physical Review Letter” (leggere QUI), ed è stata condotta dai fisici del Mift dell’Università di Messina Luigi Garziano, Vincenzo Macrì, Roberto Stassi, Omar Di Stefano, coordinati dal professore Savasta.

Il lavoro ha, inoltre, ricevuto l’etichetta “Editor’s selection”, data solo ai lavori di maggior interesse e importanza, ed è stato pubblicato anche su Aps Focus (rivista online che ha il compito di spiegare le ricerche ritenute di maggiore impatto a studenti e non esperti) da Philip Ball, tra i più famosi giornalisti scientifici americani.

 

 

 

(894)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *