Esame di laurea superato per l’avvocato Puglisi: a 85 anni entra nel guinness dell’Università

tn puglisi avvCe l’ha fatta l’Avvocato Carmelo Puglisi e ha conseguito brillantemente la laurea triennale. Niente di eccezionale se si trattasse di una laurea come le altre ma l’avvocato ha 85 anni e si è guadagnato il titolo di laureando più anziano dell’Università di Messina. Tanta ammirevole forza di volontà e passione alla base della sua scelta che gli ha permesso di arrivare all’esame di laurea, un momento appassionante e vissuto sul filo dell’emozione e dei ricordi, che gli ha consentito di conseguire il titolo di dottore in Storia con il voto di 105/110 (ottenendo il massimo dei punti previsti per la discussione della tesi). A 85 anni, è oggi entrato nel Guinness dei primati, discutendo una tesi intitolata: “Agli albori dell’identità europea: Romani e Barbari nella Germania di Tacito”. Originario di S. Alessio Siculo, dove ancora oggi risiede, aveva conseguito una prima laurea in Giurisprudenza nel 1961, sempre all’Università degli Studi di Messina.

Un momento di festa, come ha sottolineato il coordinatore del collegio dei pro-rettori, il professor Giovanni Cupaiuolo, il quale alla fine della seduta ha portato all’avv. Puglisi gli auguri a nome del Rettore, il professor Pietro Navarra, e ha consegnato al neo laureato una serie di omaggi dell’Ateneo. Tra i regali, un libro che raccoglie gli scatti più belli del fotoreporter Michelangelo Vizzini, attraverso i quali viene ripercorsa la storia di Messina. Particolarmente gradito dall’avv. Puglisi, vista la sua passione proprio per la storia e per il nostro territorio.

«È la dimostrazione – ha detto il prof. Cupaiuolo – di come all’Università non ci si iscriva solo per conseguire un titolo, ma anche per acquisire conoscenza e coltivare l’amore per lo studio».

Dal canto suo, l’avv. Puglisi, dopo la brillante discussione, ha riconosciuto i meriti dell’Ateneo peloritano: «Ho deciso di iscrivermi qui – ha spiegato – piuttosto che in altre Università, perché credo fortemente nel valore del corpo docente e non docente dell’Ateneo di Messina». E non finisce qui, nelle intenzioni dell’avvocato c’è un altro record: il conseguimento della laurea specialistica. Che dire? Sicuramente un esempio ammirevole, da seguire.

L’evento ha richiamato l’interesse di testate locali e nazionali e un apposito servizio è previsto anche all’interno della rubrica “Costume e Società” in onda oggi, all’interno del Tg2 delle 13.00.

(46)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *