Conclusi i corsi di dissezione anatomo-chirurgica al Policlinico: una grande opportunità

corso dissezioneDa molti anni impegnata nella formazione specialistica Orl, con corsi di chirurgia e dissezione anatomica che, per il vuoto normativo italiano, venivano organizzati in Spagna in collaborazione con la Uab (Università Autonoma di Barcelona) e l’Hospital Vall d’Hebron di Barcelona, l’Unità operativa Complessa di Otorinolaringoiatria ha portato a termine al Policlinico Universitario di Messina il primo evento di Siach Italia.

Derivata dall’esperienza di Siach International, questa nuova società scientifica nata dall’incontro tra i Fondatori di Siach (Maurizio Catalani, Roberto Gera e il presidente Giuseppe Garo) e il team dell’Uoc di Orl dell’Università di Messina (Francesco Galletti, Bruno Galletti e Francesco Freni), si è posta l’ambizioso obiettivo di organizzare corsi di dissezione su preparati anatomici freschi congelati (fresh frozen) sul territorio nazionale.

Presidente e ideatore dell’evento messinese il professor Francesco Galletti direttore dell’Uoc di Orl che, insieme ai professori Bruno Galletti e Francesco Freni,  ha creduto fortemente nella realizzazione dei Corsi.

L’evento, suddiviso in 4 momenti relativi alla chirurgia dei seni paranasali, alla chirurgia paradontale e implantologica di interesse odontoiatrico, alla rinosettoplastica e alla chirurgia dell’orecchio, ha visto coinvolti 72 corsisti e qualche decina di osservatori provenienti da tutta Italia ed è stato realizzato al padiglione Clopd del policlinico Universitario di Messina, col patrocinio del Rettore e la collaborazione dell’Aou.

Grande è stata la soddisfazione dei partecipanti, grazie ai preparati anatomici, tutti certificati e importati dagli Stati Uniti; ai materiali necessari per le esercitazioni (strumentario chirurgico, endoscopi, microscopi, samples, messi a disposizione da aziende leaders nei relativi settori); alla qualità della faculty composta da esperti tutor provenienti da importanti università e ospedali sia italiani che spagnoli.

In un clima informale e pratico per facilitare l’interattività e il confronto, per una settimana il padiglione Clopd si è trasformato in una vera palestra formativa “full immersion”.

L’apertura lavori con il I corso di anatomia chirurgica endoscopica dei seni paranasali, diretto dai professori Bruno Galletti di Messina e Agostino Serra di Catania, ha coinvolto 20 corsisti e 10 osservatori. I partecipanti, dopo una preparazione teorica, hanno avuto modo di esercitarsi, guidati in un programma step by step e sotto l’attenta  guida dei tutor, nella dissezione endoscopica di tutte le cavità paranasali realizzando, nell’ultima giornata, anche approcci avanzati alla parete orbitaria e al basicranio anteriore grazie alla collaborazione con le scuole di Oftalmologia e Neurochirurgia dell’ateneo peloritano.

A seguire il II corso di chirurgia paradontale e implantologica di interesse odontoiatrico diretto dai professori Giancarlo Cordasco di Messina e Jose Javier Echeverria Garcia di Barcellona (Spagna) -presidente della Società Spagnola di Paradontologia e direttore del giornale ufficiale della società spagnola di paradontologia -, in cui 20 corsisti e numerosi osservatori si sono cimentati nelle tecniche di chirurgia orale, avvalendosi di strumentari e dispositivi di qualità certificata.

Dal 25 al 26 giugno, il III corso di Rinosettoplastica diretto dai professori Bruno Galletti e Francesco Stagno d’Alcontres, nentrambi messnesi, durante il quale 12 corsisti e 5 osservatori hanno potuto cimentarsi nella dissezione della piramide nasale e nell’esecuzione di tutti i tempi chirurgici delle rinosettoplastiche.

Infine, dal 26 al 28 giugno, il IV corso di dissezione anatomo-chirurgica microscopica dell’osso temporale, diretto dai professori Francesco Galletti di Messina e Roberto Albera di Torino, durante il quale i 20 corsisti hanno avuto la possibilità di esercitarsi, oltre che nella classica dissezione, anche nella simulazione di interventi chirurgici con il posizionamento di devices quali tubi di ventilazione, protesi di staffa e impianti cocleari.

Nella realizzazione di questo primo evento fondamentale, l’azione di squadra tra tutti i docenti e gli organizzatori – tra le scuole dell’ateneo Messinese vanno menzionate quella anatomica diretta dal professor Giuseppe Anastasi per il contributo scientifico e la grande esperienza nella gestione dei preparati, quella radiologica diretta dal professor Emanuele Scribano e  quella di Odontoiatria diretta dal professor Giancarlo Cordasco.

Fondamentale l’apporto di alcune prestigiose scuole italiane tra le quali le Università di Torino, Napoli, Catania e Palermo, così come l’intervento di illustri specialisti ospedalieri tra i quali il professor Sandro Burdo, eminenza internazionale in ambito otochirurgico implantologico; ulteriore lustro e internazionalizzazione sono scaturiti dalla presenza della scuola spagnola con l’Università di Barcelona e l’esperienza scientifica e chirurgica del professor Juan Quesada.

Nella riuscita dell’evento formativo è ancora da sottolineare l’impegno scientifico e organizzativo del gruppo ideatore e di tutto il personale dei dipartimenti di Chirurgia specialistica ed Odontostomatologica (Orl, Odt, Oculistica, Chirurgia Plastica) e di Biomorfologia che si sono impegnati a fare dell’Università di Messina un caposaldo permanente nella geografia delle eccellenze formative Nazionali.

 

 

 

(110)

Categorie

Università

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *