“Terminal Tremestieri”: proclamato stato di agitazione. I sindacati: «Garanzie per i lavoratori»

tremestieri approdoPreso atto che la “Terminal Tremestieri” non ha partecipato alla gara d’appalto per la gestione degli Approdi Marittimi di Tremestieri, scaduta il 31 luglio scorso e andata deserta, e «che nessuna informazione è stata fornita ai lavoratori né prima né dopo questa data, per conoscere la volontà della Società sul proseguimento o meno della gestione degli Approdi Marittimi», la Fast Confsal e l’Orsa proclamano formalmente lo stato di agitazione del personale della “Terminal Tremestieri”.

I Sindacati, a tutela del futuro occupazionale dei lavoratori, chiedono un incontro con le parti con l’intento di individuare la data utile per attuare lo sciopero nel rispetto della normativa vigente. Inoltre, richiedono che venga attuata la procedura conciliativa e in una nota scrivono: «Le tre Società che, in modo paritario, hanno costituito la Terminal Tremestieri srl (Caronte e Tourist, Bluferries e Meridiano lines), al di là se parteciperanno o meno alla prossima gara di appalto relativa alla gestione degli approdi marittimi di Tremestieri, devono garantire la continuità occupazionale a tutto il personale attualmente in servizio. Se l’Appalto viene mantenuto, i lavoratori continueranno l’attuale servizio; se le tre Società non riterranno conveniente continuare nella gestione degli Approdi Marittimi di Tremestieri, devono  garantire al personale attualmente in servizio l’attività lavorativa all’interno delle tre Aziende che costituiscono la srl Terminal Tremestieri, con trattamento economico non inferiore a quello in godimento».

Pertanto – concludono Fast Confsal e Orsa –, un incontro con le parti diventa necessario e urgente.

(75)

Categorie

Sindacale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *