Servizi sociali, ritardi negli stipendi. La denuncia di Uil Fpl

uil_fplI lavoratori dei servizi sociali lamentano il ritardo nel pagamento delle spettanze e la Uil Fpl vuole conoscerne la causa.Il sindacato in una nota, chiede il pagamento degli stipendi e della tredicesima, così come previsto dal contratto  di lavoro. Di seguito il comunicato stampa della Uil Fpl.

“La UILFPL ha scritto una nota a firma di Pippo Calapai e Laura Strano, rispettivamente segretario generale e responsabile del Terzo settore della Uil-Fpl, indirizzandola a Sindaco, Dirigente ai Servizi Sociali, assessore ai Servizi Sociali,  Direttore Generale, e ai Presidenti delle Cooperative sociali, rammentando che il CCNL di lavoro delle cooperative sociali, prevede che la retribuzione venga corrisposta entro e non oltre il 20° giorno del mese successivo al termine di ciascun mese e che la tredicesima venga corrisposta entro il mese di dicembre .

La UILFPL chiede di verificare con urgenza la causa degli annosi ritardi considerato che recentemente si sono verificate presso gli uffici lungaggini burocratiche che prescindono dalla mancanza di liquidità e ci risulta che trascorrano giorni anche solo per il transito materiale della documentazione da un ufficio all’altro, e chiede di vigilare a che le cooperative affidatarie liquidino nel mese di dicembre sia la mensilità di novembre che la tredicesima ai lavoratori, ciò al fine di evitare lo slittamento del pagamento della tredicesima a gennaio con grave danno morale ed economico per i lavoratori.

Da informazioni ufficiose – scrive il sindacato- risulta che il Comune abbia liquidato: assistenza anziani fatture fino al mese di marzo, Casa Serena fatture fino al mese di  agosto, trasporto PH fatture fino ad agosto, 3 lotti SAD fatture fino a luglio,   trasporto fatture fino a novembre 2015. Faro 85 stipendi e fatture sono fermi ad agosto.

In assenza dei doverosi urgenti sarà inevitabile chiedere l’accertamento delle inadempienze agli organi competenti ciò perché la situazione dei lavoratori è diventata ormai insostenibile e perché anche gli operatori dei servizi sociali hanno il diritto di percepire nel rispetto dei tempi la tredicesima mensilità e quanto loro dovuto per il lavoro sempre e puntualmente effettuato”.

(44)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *