Fp Uil Scuola mercoledì dal prefetto. “Intervenga per formazione professionale allo sbando”

uil scuolaIL dipartimento Fp Uil Scuola, in assenza di atti concreti da parte dell’amministrazione regionale, non “molla”. In un comunicato, si legge infatti:

“I lavoratori della formazione professionale, svolgono un servizio utile alla Sicilia ed ai siciliani, e perciò esigono il dovuto rispetto. I lavoratori non elemosinano, rivendicano il giusto.
Il sistema è al collasso e non assicura loro le retribuzioni dovute!
La protesta dei lavoratori della formazione professionale quindi continua. E’ in seguito all’ incontro che ha visto la partecipazione di tutti i Coordinatori Provinciali della Formazione Professionale di Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola, durante il quale sono state analizzate le azioni di lotta poste in essere sino ad oggi, dopo aver verificato il persistere stato di crisi che, pur registrando qualche piccolo passo in avanti, non consente ai lavoratori di tutte e tre le filiere di percepire le spettanze maturate ed arretrate ormai da parecchi mesi, che si è deciso di non interrompere le attività di protesta.
Il trascorrere del tempo,- si legge ancora – inoltre, vede l’avvicinarsi della chiusura delle attività della prima annualità dei corsi a valere sull’Avviso 20/2011 e degli avvisi 1 e 2/2010 ed in assenza di novità, le prospettive occupazionali per tutti i lavoratori impegnati nelle suddette attività, scemano sempre più.
Continuano quindi le iniziative di protesta da porre in essere a partire dalla prossima settimana.
Giorno 22 maggio tutti i lavoratori delle tre filiere si daranno appuntamento davanti alla Prefettura di Messina, chiedendo di essere ricevuti da Sua Eccellenza Sig Prefetto per rappresentare la situazione drammatica in cui sono costretti a portare avanti le varie attività lavorative e la propria vita.
La responsabile del dipartimento F/p Uil scuola Messina, Lidia Musarra,sostiene ancora che i lavoratori della formazione professionale rivendicano l’avvio di una riforma organica del sistema regionale e più precisamente:
• lo sblocco immediato delle procedure di finanziamento, consendo
la retribuzione di tutti i lavoratori di ogni filiera (sportelli, Formazione, OIF);
• la prosecuzione del confronto sulle emergenze e sul futuro delle tre filiere:
A. Sportelli: Spettanze pregresse e programmazione della nuova attività future.
B. Interventi Formativi: spettanze pregresse e predisposizione degli atti di indirizzo politico e
amministrativi per assicurare la continuità delle attività formative dopo il 7 giugno;
C. OIF: maggiore concretezza per l’avvio di tutte le attività e garanzia del diritto allo studio per i minori in obbligo”.

Dipartimento FP UIL SCUOLA MESSINA
Dott.ssa Lidia Musarra

(31)

Categorie

Sindacale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *