Ex Rodriquez. Incontro al Ministero: proposti gli ammortizzatori sociali per 31 lavoratori

intermarineSi è svolto ieri, 30 luglio, davanti alla Prefettura di Messina, un sit in dei lavoratori Intermarine S.p.A., per contrastare la  volontà dell’impresa a procedere con la collocazione in mobilità di 31 lavoratori dei 65 attualmente in forza presso lo stabilimento messinese.

Le Rsu di Fismic e Uilm hanno incontrato, in rappresentanza del Prefetto, il dirigente Antonio Gullì ribadendo l’importanza di “tutelare un patrimonio imprenditoriale e lavorativo del territorio messinese come la Intermarine S.p.A. (Ex Rodriquez)” e chiedendo “un intervento del Prefetto nei confronti del Ministero dello Sviluppo Economico al fine di sollecitare l’attivazione degli ammortizzatori sociali (Cigs)”.

Contemporaneamente al sit in dei lavoratori in Prefettura,  si è svolto presso il Ministero dello Sviluppo Economico l’incontro, in prosecuzione di quello del 7 luglio scorso, tra Intermarine S.p.A., organizzazioni sindacali e istituzioni locali.

“All’incontro – scrivono i Sindacati – l’azienda ha dichiarato la disponibilità a rivedere la sua posizione, accettando la richiesta delle organizzazioni sindacali di attivare  la Cigs ma a condizioni molto discutibili e che necessitano di una riflessione approfondita”.

Fismic e Uilm, le uniche organizzazioni rappresentative all’interno del sito messinese, hanno proclamato un’assemblea dei lavoratori proprio per discutere e valutare le condizioni illustrate dall’azienda.

Quindi l’incontro di ieri, su richiesta dei Sindacati e del Ministero dello Sviluppo Economico è stato aggiornato al 4 agosto prossimo.

(118)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *